Un weekend all’insegna dell’arte, della cultura e del gusto

mostra

Gli uomini del passato hanno trovato tantissimi modi per definire la città di Bologna, la dotta perché sede della più antica delle università, la rossa per il colore dei tetti e la grassa per la sua ghiotta cucina molto apprezzata dai visitatori. Sebbene siano molto veritieri e lusinghieri, questi tre aggettivi appaiono troppo riduttivi per definire la grandiosità di una città che è riuscita a coniugare antico e moderno mantenendo inalterato nei secoli il suo centro storico dallo stile tipicamente medievale.

Arrivando in città tramite autostrada, ferrovia o aereo, è opportuno prendere in considerazione l’idea di alloggiare in un HYPERLINK hotel Bologna in pieno centro, in modo da avere a pochi passi i monumenti di maggiore interesse. La visita della città non può che iniziare da Piazza Maggiore, all’interno della quale spiccano la rinomata fontana del Nettuno, il Palazzo comunale risalente al trecento, i palazzi più antichi e l’enorme Basilica gotica di San Petronio, nei pressi della quale si può ammirare il Palazzo del Podestà.

Simbolo indiscusso di Bologna sono le due torri Asinelli e Garisenda, costruite per volere delle famiglie più importanti del tempo; salendo i gradini della torre Asinelli, che è la più alta, il visitatore potrà ammirare il suggestivo panorama della città visto da un altezza di ben 97,20 metri! Volendo abbinare lo svago alla solidarietà, dal 30 novembre al 2 dicembre 2012, tutti i fans del compianto cantante Lucio Dalla avranno la possibilità di visitare una mostra a lui dedicata allestita nella sua casa situata in un antico palazzo di via D’Azeglio e di devolvere il costo del biglietto d’ingresso in favore della ricostruzione del municipio di Finale Emilia.

Il turista che si recherà a Bologna non potrà certo fare a meno di fare una lunga passeggiata sotto gli antichi Portici e di visitare la Pinacoteca Nazionale che custodisce al suo interno le opere di artisti importanti come Raffaello e Carracci. La gita bolognese si dovrà necessariamente suggellare con la degustazione dei piatti tipici del luogo, quindi sarà piacevole dopo aver girato in lungo e in largo per la città, sedersi al tavolo di un ristorante del centro e deliziare il palato con la cucina più rinomata d’Italia. Buon divertimento e buon appetito!

Più informazioni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.