IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Tirreno Power spacca il centro sinistra a Quiliano, il Pd: “Mai più con Rifondazione, atteggiamento sleale”

Quiliano. Dura risposta del partito Democratico di Quiliano a Rifondazione Comunista che è uscita dalla maggioranza che sostiene il sindaco Alberto Ferrando a seguito della delibera su Tirreno Power adottata dall’amministrazione comunale per la conferenza dei servizi sull’AIA.

“Una soluzione coerente da loro prospettata per ovviare a tale decisione, sarebbe stata quella dell’assenza del loro assessore al momento dell’adozione della delibera, soluzione peraltro già attuata in Regione dall’assessore di riferimento. Premesso che le motivazioni addotte sono incomprensibili, inconsistenti e strumentali e che il programma elettorale della coalizione di cui Rifondazione Comunista era parte integrante, non è stato minimamente disatteso, di conseguenza si evince un radicale cambiamento della loro posizione” afferma il Pd.

“L’amministrazione comunale di Quiliano ha utilizzato ogni mezzo legalmente possibile per contrastare il progetto di costruzione del terzo gruppo; la posizione coerente dell’amministrazione comunale, che ha espresso parere negativo nella Conferenza dei servizi sull’AIA, non ottenendo sufficienti garanzia in merito alla realizzazione del terzo gruppo, ha raggiunto importanti obiettivi rimasti insoluti da decenni (copertura carbonile in tempi certi, controllo pubblico delle emissioni, osservatorio ambientale ecc.)”.

“Probabilmente la decisione assunta è derivata dall’appartenenza di Rifondazione Comunista alla Rete Fermiamo il carbone e dal momento di generale anti-politica, nel tentativo palese di recuperare consensi. Da persone così coerenti, a maggior ragione in considerazione della posizione assunta dalla Regione Liguria in Conferenza dei servizi, ora ci si aspetterebbe l’uscita dalla maggioranza regionale, in caso contrario, si potrebbe definire comica la situazione venutasi a creare a Quiliano, se non fosse purtroppo politicamente grave e scorretta”.

“Il Circolo del Partito Democratico di Quiliano ritiene pertanto che l’atteggiamento sleale assunto dal Partito di Rifondazione Comunista abbia pregiudicato in maniera definitiva ogni eventuale futura collaborazione” conclude il circolo del Pd di Quiliano”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.