Savona, scuola e mondo del lavoro: parte il progetto "Adotta un laboratorio" - IVG.it
Economia

Savona, scuola e mondo del lavoro: parte il progetto “Adotta un laboratorio”

Savona. Ridurre la distanza tra mondo della scuola e mondo del lavoro: questo l’obiettivo di “Adotta un laboratorio”, iniziativa con la quale aziende e Unione Industriali della Provincia di Savona, insieme all’Istituto di Istruzione Secondaria Superiore Ferraris-Pancaldo, s’impegnano a potenziare il dialogo tra comparto educativo e tessuto produttivo locale.

Alcune tra le più importanti realtà industriali savonesi “adotteranno” un laboratorio dell’Istituto Ferraris-Pancaldo anche in base alla tipologia scientifica delle attrezzature, con una targa identificativa della fabbrica-tutor. L’iniziativa, grazie al contributo delle imprese, intende attivare un circolo virtuoso: da una parte la scuola avrà la possibilità di entrare maggiormente nelle dinamiche del settore industriale e dall’altra le imprese potranno contribuire direttamente ad accrescere le potenzialità dei giovani studenti.

Ad oggi le aziende aderenti all’iniziativa sono Apm Terminals Vado Ligure (Vado Ligure), Demont (Millesimo), Geotea (Vado Ligure), Infineum Italia (Vado Ligure), Saint Gobain Vetri Verallia (Dego), Schneider Electric (Cairo Montenotte) e Tirreno Power (Vado Ligure).

Un’azione congiunta, dunque, per valorizzare il ruolo dell’istruzione tecnica e avvicinare l’offerta formativa alla domanda proveniente dal mercato del lavoro, ricordando come la cultura scientifico-tecnologica, rivesta un ruolo strategico per la crescita e la competitività delle imprese e del territorio. Il progetto, oltre a contribuire al miglioramento della didattica di tipo “esperienziale” sviluppata nei laboratori, può rappresentare per gli studenti una tangibile manifestazione di come le aziende coinvolte e l’Unione Industriali di Savona credano nella loro scelta formativa e desiderino sviluppare azioni utili a rendere il loro profilo curriculare ancor più aderente alle continue innovazioni tecnico-organizzative che intervengono in ambito produttivo.

Il laboratorio potrà eventualmente essere utilizzato anche per la formazione specifica dei dipendenti dell’azienda-tutor e per favorire altre iniziative. All’incontro, oltre ai rappresentanti delle aziende, parteciperanno Giorgio Sambin, assessore alle politiche attive del lavoro e formazione professionale della Provincia di Savona, e la dottoressa Franca Rambaldi dell’Ufficio Scolastico Provinciale.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.