Politica

Pienone per Oscar Giannino. La coordinatrice Enrico: “E’ un fatto raro per Savona, esordio inaspettato”

Savona. “Non ci aspettavamo un esordio così partecipato, è un fatto raro per Savona”. E’ il commento di Silvia Enrico, coordinatrice regionale di “Fermare il declino”, dopo la serata che ha visto oltre quattrocento persone al cinema Diana per seguire l’intervento di Oscar Giannino. Il movimento sta crescendo rapidamente ed ha appena registrato 33 mila adesioni, organizzandosi per la sfida elettorale, prima le regionali in Lombardia e Lazio e poi le politiche.

“Siamo partiti da pochissimo ed era il primo evento di rilievo con Oscar Giannino nella nostra regione. Meglio di così non ci si poteva attendere – osserva Silvia Enrico – Difficilmente le nostre iniziative approdano ai grandi media, ma quando la gente le conosce, risponde. La gente normale, fatta eccezione per chi di politica ha vissuto sino ad oggi, ha voglia di cambiare con le capacità per farlo. Nonostante tutto abbiamo ancora l’entusiasmo”.

L’avvocato Paolo Marson, ex assessore provinciale, ed Enrico Musso, senatore e già candidato sindaco a Genova per il Pdl, tra i promotori della serata. “Musso è un politico, sì, ma solo da quattro anni. Vive del suo mestiere ed ha svolto la sua attività da amministratore in modo sano. C’è anche chi si è sforzato di fare politica nell’interesse dei cittadini. E’ quello che bisogna tornare a fare” conclude Silvia Enrico.

Nel Savonese si stanno formando i primi circoli dedicati a “Fermare il declino”, progetto nato lo scorso 28 luglio con la pubblicazione su alcuni quotidiani di un manifesto sottoscritto da 250 firmatari, fra i quali, oltre ad Oscar Giannino, Luigi Zingales, Alessandro De Nicola, Michele Boldrin, Sandro Brusco, Andrea Moro e Carlo Stagnaro.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.