Maltempo, Arpal avverte: la perturbazione in arrivo è "cugina" dell’uragano Sandy - IVG.it

Maltempo, Arpal avverte: la perturbazione in arrivo è “cugina” dell’uragano Sandy

maltempo

Liguria. La perturbazione che sta per investire la Liguria da ponente a levante è “cugina” dell’uragano Sandy, che una decina di giorni fa ha sconvolto la costa occidentale americana. Piogge intense e persistenti per tutta la durata dell’evento interesseranno il ponente fin dalle prime ore di domani. A renderlo noto è l’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente Ligure.

La probabilità che si verifichino temporali organizzati e persistenti è maggiore nella fascia oraria racchiusa fra la tarda mattinata e la serata di sabato.

Lo scenario meteorologico è quello tipico delle alluvioni liguri, con grandi quantità di aria umida ricca di pioggia incanalate verso il mar ligure e rese stazionarie dal gioco dei venti, della pressione atmosferica e dalla presenza dei monti.

La perturbazione si estenderà al levante a partire dal primo pomeriggio e, sebbene nella prima mattinata di domenica le precipitazioni dovrebbero attenuarsi, gli effetti al suolo prodotti dal rigonfiamento dei corsi d’acqua potranno manifestarsi ancora per alcune ore.

A seguito di questo scenario la Protezione civile regionale ha emanato lo stato di Allerta 2 su tutta la regione dalle ore 9 di domani fino alle ore 12 di domenica.

A questo proposito è bene ricordare a tutti come l’Allerta tenga conto sia degli effetti meteorologici, relativi alla quantità e all’intensità dell’acqua, sia degli effetti idrologici, ossia la risposta dei bacini e dei corsi d’acqua. La perturbazione dello scorso week-end, pur avendo fatto piovere sul bacino del Magra meno acqua della tragica alluvione del 2011 (40 millimetri in 6 ore, contro 103 di un anno fa) ha visto innalzamenti dei torrenti paragonabili o, in alcune situazioni, addirittura peggiori (a Carasco per l’Entella, a Bagnone per il Magra, e a Nasceto, in alto Vara, dove si è registrato uno dei massimi innalzamenti del livello delle acque), a causa delle condizioni di partenza del terreno già saturo.

Per tutta la durata dell’evento verranno pubblicati sul sito www.arpal.gov.it aggiornamenti previsionali ed idrologici.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.