Basket, Divisione Nazionale Giovanile: parquet di casa ancora indigesto al Pool 2000 - IVG.it
Sport

Basket, Divisione Nazionale Giovanile: parquet di casa ancora indigesto al Pool 2000

basket under 17

Loano. Il Pool 2000 continua nella sua versione “Dr Jekill e Mr Hyde” e perde l’ennesima occasione per sfatare il tabù del Palamatteotti, quest’anno sempre violato dalle squadre ospiti.

Alla presenza del coach della nazionale italiana Under 16 Antonio Bocchino, in Liguria per le Giornate Azzurre, e di coach Lino Lardo, i bianconeri scelgono la serata e l’avversario peggiore per mostrare la cattiva faccia di sé. L’approccio alla gara è svagato e molle da parte dei loanesi, totalmente opposto a quello dei piemontesi, scesi in riviera vogliosi di smuovere uno zero in classifica ingiustificato.

La differenza di motivazioni è lampante ed i bianconeri dopo 5′ di gioco si trovano già a rincorrere dopo le due triple di Caratozzolo e Calzavara (4 – 10). Giulini trova il suo unico canestro della serata e prova a svegliare i suoi dando energia anche alla difesa su palla. I locali tardano a carburare ma con l’ingresso di Villa, autore di sei punti consecutivi, riescono ad acciuffare il primo pareggio. Due liberi di Cacace segnano l’unico vantaggio loanese della gara (18 – 16) prima che Calzavara con sei punti segni il 20 a 20 di chiusura quarto.

Con Manuelli già gravato di due falli, i bianconeri perdono il loro principale terminale offensivo. A difesa schierata sono lenti ed inoltre producono una serie di palle perse nella fase di ripartenze. I torinesi ne approfittano e con una serie di canestri in campo aperto volano sul 24 – 32. I padroni di casa reagiscono al nuovo strappo aggrappandosi alle iniziative di Cacace e Manuelli, si rifanno sotto due volte, sul 30 – 32 poi sul 33 – 35, ma devono subire un nuovo parziale in chiusura quarto ospite. Un canestro di Manuelli chiude il tempo sul 37 a 42.

In uscita dagli spogliatoi non arriva la scossa desiderata dallo staff tecnico. Anzi, i primi 3 minuti di gioco dopo l’intervallo sono tutti a favore del Cus che piazza un nuovo parziale di 8 a 0 firmato Agbogan ed Alberti. I bianconeri finiscono sotto di 13 prima di ritrovare la via del canestro. Coach Costagliola ruota tutti i suoi a disposizione, eccetto Zavaglio, nella speranza di avere un contributo di energia. Prato e Cerutti si prendono responsabilità in attacco, un canestro di Cacace chiude il quarto sul 50 – 58.

L’avvio dell’ultima frazione di gioco è il migliore per i padroni di casa. Cacace e Manuelli trascinano i propri due volte sotto le sei lunghezze di svantaggio (55 – 60), Calzavara, indiscusso mvp della gara, però è letale dalla distanza  e ricaccia indietro gli ospiti. Di fatto è il canestro che allontana definitivamente il Pool 2000 dalla rimonta. Nel minuto successivo Manuelli cade male su un piede avversario ed è costretto al cambio. I loanesi privi del loro punto di riferimento principale in attacco non sanno reagire. Lo staff tecnico prova a mischiare le carte in difesa, un canestro di Ferrari dalla distanza riapre parzialmente i giochi ad 1’30” dalla fine (66 – 72) ma è l’ultimo sussulto di una partita nata male e finita peggio.

Nel prossimo turno i loanesi faranno visita ad una delle favorite del girone, Casalpusterlengo. L’appuntamento per gli appassionati è per lunedì 19 novembre al Campus di Codogno.

Il tabellino:
Pool 2000 Loano – Cus Torino 66 – 75
Pool 2000 Loano: Villa 11, Prato 5, Torrini, Cerutti 11, Giulini 3, Ciccione, Manuelli 14, Zavaglio ne, Ferrari 3, Cacace 18, Nicoletti, Pichi. All. Costagliola, ass. all. Prati – Guarnieri.
Cus Torino: Chiotti 6, Russano ne, Caratozzolo 7, Giraudi 6, Calzavara 30, Quaranta 2, Agbogan 13, Alberti 7, Italia 2. All. Porcella, ass. all. Di Pasquale.

Gli altri risultati della giornata numero 6:
Junior Casale – Pms Moncalieri 54 – 85
Pallacanestro Biella – Casalpusterlengo 71 – 79
Pallacanestro Cantù – Arona basket 60 – 64
Aurora Desio – Cap Genova 69 – 63
Armani Jeans Milano – Robur Varese 79 – 56

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.