IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Alassio non celebra il 4 Novembre, Melgrati: “Vergognoso, evidentemente certi valori non sono di Avogadro”

Alassio. “Vergognoso: l’amministrazione Avogadro non celebra la ricorrenza del IV Novembre della Vittoria della prima Guerra Mondiale e dei Caduti di tutte le guerre”. Non usa tanti giri di parole, come di consueto, l’ex primo cittadino di Alassio Marco Melgrati per attaccare il suo successore.

“Dopo anni in cui si celebrava la ricorrenza del IV Novembre in onore dei Caduti di tutte le guerre, il sindaco Avogadro cancella questo momento celebrativo, e aderisce alla manifestazione Provinciale, che peraltro c’è sempre stata. Addirittura sbagliata la data sul manifesto della ricorrenza (1918-2011 invece che 2012), cancellata la commemorazione dei caduti di tutte le guerre, annullata la messa al campo da parte di un sindaco che si professa ateo, vanificato il contributo alla manifestazione proposto dalla locale sezione dell’A.N.A., la Associazione degli Alpini in congedo, sempre presenti” prosegue il consigliere regionale del Pdl.

“Scegliere di non commemorare i caduti di tutte le guerre in difesa dei valori di Nazione, Patria e Libertà, che hanno spinto centinaia di migliaia di giovani ad immolarsi, in difesa di questi valori, non è solo sbagliato, ma immorale e offensivo. E quale può essere il messaggio lanciato ai giovani delle scuole alassine, negli anni sempre invitati con almeno una classe per ogni istituto, elementari e medie inferiori o superiori, in rappresentanza di tutti gli altri? Ho partecipato, insieme al consigliere Lucchini, martedì scorso, all’estremo straziante saluto ad Arma di Taggia al giovane caporal-maggiore Tiziano Chierotti, figlio di questo ponente ligure, ultima vittima, stroncata nel fiore della gioventù, di un processo di pace che porta giovani in armi a esporsi in prima linea a difesa della libertà e democrazia nel mondo. E’ anche per Lui, come per i caduti di Nassiriya, che questa celebrazione doveva essere onorata, nella piazza che porta il nome, voluto da me, dei Caduti di tutte le missioni di Pace” prosegue Melgrati.

“Ma d’altronde, da un sindaco che, appena vinte le elezioni, in spregio a leggi e regolamenti, fa issare sul Comune la bandiera del Pd, non ci si poteva aspettare di meglio e vale la pena ricordare che quando era Avogadro Sindaco nei precedenti mandati non si è mai celebrata questa ricorrenza, ripristinata da me come sindaco e perpetrata da Gianni Aicardi quale sindaco-Vicario. Valori come quello di Dio, del Tricolore, dell’Inno Nazionale, di Patria, dell’Onore sembrano essere sconosciuti ad Avogadro. E allora è normale dimenticare il sacrificio di tanti figli anche della nostra amata città che hanno dato la vita per questi valori, e per consentire a tutti noi questa democrazia, che purtroppo permette ad un sindaco di dimenticare di onorare i Caduti” conclude il consigliere Pdl.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.