Un chilo di marijuana, mezzo etto di cocaina e 23mila euro in banconote false a casa: barista savonese patteggia 4 anni e 4 mesi - IVG.it
Cronaca

Un chilo di marijuana, mezzo etto di cocaina e 23mila euro in banconote false a casa: barista savonese patteggia 4 anni e 4 mesi

Savona Tribunale

Savona. Nel febbraio dello scorso anno era finito in manette con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e di denaro contraffatto. Alessandro Vesco, 36 anni, barista e cameriere savonese, questa mattina ha scelto di chiudere la sua vicenda giudiziaria con un patteggiamento davanti al gip Emilio Fois. I guai per l’uomo erano iniziati quando gli uomini della Squadra Mobile, che lo tenevano d’occhio da qualche tempo, lo avevano fermato mentre rincasava e nel corso di una successiva perquisizione a casa sua avevano trovato un chilo di marijuana, quasi mezz’etto di cocaina e 23 mila euro in banconote risultate poi false.

Oltre allo stupefacente e ai soldi a casa di Vesco, nella zona della Rusca di Savona, i poliziotti avevano trovato anche tutto il materiale necessario al confezionamento delle dosi e una sorta di “libro giornale” dell’attività di spaccio. Il barista, assistito dall’avvocato Andrea Alpicrovi, questa mattina ha patteggiato quattro anni e quattro mesi di reclusione.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.