Teatro Chiabrera: al via l’autunno dell’Opera Giocosa, Natale per i bimbi

Savona. Un travolgente amore furtivo, un segreto gelosamente custodito e infine l’arcano più affascinante di tutti i tempi: l’autunno dell’Opera Giocosa si circonda di un alone di mistero e seduce anche il pubblico dei più piccoli, cui è dedicata la fiaba di Natale suggello del cartellone.

Alza il sipario del Teatro Chiabrera di Savona “I Capuleti e i Montecchi”, tragedia lirica in due atti di Vincenzo Bellini su libretto di Felice Romani, che porta sul palcoscenico la passione di Romeo e Giulietta, l’amore più celebre in tutto il mondo: in scena domenica 21 ottobre alle 15.30. Coproduzione dei Teatri del Circuito Lirico Lombardo (Teatro Sociale di Como, Teatro Ponchielli di Cremona, Teatro Grande di Brescia, Teatro Fraschini di Pavia) e Teatro dell’Opera Giocosa – Onlus di Savona. Nuovo allestimento progetto vincitore European Opera-Directing Prize 2011 in collaborazione con Opera Europa e Camerata Nuova.

Secondo titolo in cartellone, “Il Segreto di Susanna”, intermezzo in un atto di Ermanno Wolf-Ferrari su libretto di Enrico Golisciani, in scena venerdì 9 novembre alle 11.00 (per le scuole) e sabato 10 novembre alle 20.30 (per il pubblico).

Chiude la stagione “Amahl e i Visitatori notturni” (Amahl and the Night Visitors) opera in un atto – concepita in origine per la televisione – di Gian Carlo Menotti su libretto proprio, una favola che ripropone in tinte tenui ma accattivanti il mistero della Notte di Natale e che si rivolge in primis ai bambini: in scena nella versione italiana lunedì 10 dicembre con un doppio appuntamento alle 11.30 (per le scuole) e alle 16.30. Allestimento del Conservatorio di Musica “G. Puccini” della Spezia, con l’interpretazione degli studenti.

La stagione autunnale dell’Opera Giocosa è resa possibile grazie all’attenzione di sostenitori istituzionali che affiancano il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, tra cui la Regione Liguria, il Comune di Savona, la Fondazione Carige, la Camera di Commercio di Savona e la Provincia di Savona, che dà il patrocinio all’iniziativa. Sempre presente la Fondazione A. de Mari, che finanzia inoltre il progetto scuole per l’apertura degli spettacoli al pubblico in età scolare; progetto che quest’anno, per la prima volta dal 2009, si rivolge non solo ai ragazzi delle scuole secondarie di primo e secondo grado ma anche agli alunni delle scuole primarie della provincia di Savona.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.