Economia

SP 51, 18 mesi per la riapertura del tratto completamente bonificato: ecco come sarà

Murialdo. Si è tenuta questa mattina la conferenza dei servizi deliberante che di fatto avvia i lavori per la bonifica e la messa in sicurezza del costone franato nel 2010, bloccando la viabilità sulla SP 51 a Murialdo.

“Si conclude questa lunga vicenda, grazie al profondo impegno della provincia di Savona e in particolare del presidente Vaccarezza – spiega l’assessore alla viabilità Roberto Schneck -. Ora attendiamo che Burlando firmi il decreto per definire il progetto appaltare i lavori. Oggi abbiamo accolto anche le risultanze avanzate dal Comune di Murialdo che riguardavano alcuni accessi privati”.

“É in corso di elaborazione, da parte della Regione Liguria di concerto con la Corte dei Conti, il Decreto del Commissario Delegato contenente la copertura del finanziamento destinato al primo lotto e comprensivo di una parte destinata al secondo. Siamo quindi in attesa che la Regione formalizzi tale Decreto che ci consentirà di procedere all’accertamento del finanziamento nel bilancio provinciale e, conseguentemente, approvare il progetto definitivo sul quale si bandirà la gara d’appalto” aggiunge l’assessore.

“Se i tempi saranno rispettati, la procedura regionale dovrebbe concludersi tra novembre e dicembre prossimi, si può presumere che, espletata la gara d’appalto e formalizzato il contratto, tra marzo ed aprile 2013 possano partire finalmente i lavori” precisa Schneck.

Il versante, di una larghezza pari a circa cento metri, sarà completamente messo in sicurezza con dei terrazzamenti e sarà ricostruito il muraglione collassato sotto lo smottamento.

“Solo quando tutti i lavori saranno completati sarà quindi smontato il ponte militare che ha consentito in questi mesi il collegamento stradale – precisa l’assessore -. Saranno inoltre piantumati gli alberi per mitigare l’impatto ambientale e consentire una migliore tenuta del versante”.

“Oltre ai 2,5 milioni per il primo stralcio, abbiamo ottenuto un ulteriore milione di euro dalla Regione che ci permetterà di ripristinare allo stato iniziale il bypass attuale, rimuovendo l’asfalto. In questo modo tutto tornerà come prima. Questa era una delle priorità che Vaccarezza mi aveva assegnato quando fui nominato assessore. Oggi posso dire di aver portato a conclusione questo importatissimo progetto” ha concluso Schneck.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.