Il centro Pannunzio organizza una conferenza sull’immigrazione siciliana ad Albenga

Albenga torri

Albenga. Giovedì 13 settembre, alle 21, al Chiostro “Ester Siccardi” di viale Martiri della Libertà 1 di Albenga (in caso di cattivo tempo l’incontro si terrà a palazzo Oddo in via Roma 58) il dottor Roberto Pirino, medico e delegato dell’Accademia italiana di cucina del Ponente ligure, terrà una conferenza sul tema “Sicilia-Albenga: il viaggio infinito di genti e sapori”.

L’incontro è promosso dalla sezione del Ponente Ligure del Centro “Pannunzio”. Il coordinatore della sezione Marco Servetto ha così presentato l’evento: “La storia recente di Albenga (là dove per ‘recente’ si intende quella dall’ultimo dopoguerra) non può e non deve prescindere dal considerare l’importanza e l’intensità dell’immigrazione siciliana. Immigrazione che nella quasi assoluta totalità dei casi ha significato e significa tuttora completa integrazione. Integrazione nel tessuto sociale del lavoro, della scuola, negli usi e nei costumi. Come non sarebbe potuto accadere anche per la cucina? Cucina che è sempre un aspetto culturale, uno degli aspetti fondamentali per conoscere e quindi comprendere le caratteristiche e le peculiarità delle persone e quindi dei popoli”.

“Liguria e Sicilia: due regioni lontane ma molto affini, sotto determinati aspetti. Regioni popolate da gente fiera, estremamente gelosa ed affezionata alle proprie tradizioni e la cucina ne offre un esempio ogni giorno. Regioni dedite al mare ed alle sue attività, regioni i cui prodotti della terra spesso sono gli stessi, pur con caratteristiche organolettiche naturalmente diverse” conclude Servetto.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.