Cronaca

Quattordici immigrati stipati in un appartamento di Alassio: accertamenti sanitari nell’alloggio

Polizia Spiaggia Alassio

Alassio. Quattordici stranieri stipati in un appartamento di via Privata Genova Bocchi Bianchi, ad Alassio. Tutti originari del Bangladesh, sette non erano in regola con il permesso di soggiorno.

Gli agenti del commissariato alassino, insieme alla polizia municipale della città del muretto, hanno trovato l’alloggio sovraffollato: i letti erano ovunque, e sparpagliati tra la cucina abitabile e la camera da letto. Gli stranieri potevano contare poi su un bagno senza finestre.

L’appartamento è di proprietà di una signora residente in provincia di Savona che lo ha concesso, con contratto registrato all’Agenzia delle Entrate, in locazione ad uno dei 7 cittadini del Bangladesh in regola con i documenti di soggiorno. Tutti gli altri occupanti hanno riferito di essere ospiti del connazionale in questione.

Nell’appartamento non è stata trovata merce contraffatta o simili anche se è verosimile che i quattordici siano dediti a questo genere di commercio. I sette irregolari, alla richiesta di esibire documenti di identificazione e permesso di soggiorno hanno dichiarato di esserne sprovvisti, pur declinando le proprie generalità, ad eccezione di due di loro che hanno esibito il passaporto, ma erano privi di permesso di soggiorno. Pertanto tutti i cittadini irregolari sono stati accompagnati presso il commissariato alassino dove sono stati sottoposti a rilievi fotodattiloscopici.

Terminati gli accertamenti sei tra i sette irregolari sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria perché irregolari sul territorio nazionale; il settimo, al quale è stato notificato il rifiuto del rinnovo del permesso di soggiorno perché senza alcuna occupazione, è stato invitato a lasciare il territorio nazionale entro 15 giorni.

A quattro dei sei denunciati è stato notificato anche il decreto di espulsione del Prefetto con conseguente ordine del Questore a lasciare il territorio nazionale entro 7 giorni.

Intanto, la polizia municipale sta effettuando accertamenti specifici al fine di verificare l’eventuale contestazione di infrazioni amministrative in materia urbanistica e sanitaria.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.