Altre news

Autismo, associazione Hakuna Matata: nel porto di Loano musical e presentazione del Progetto Sara

Loano. Sabato 8 settembre, nella cornice della Marina di Loano, sarà presentato il progetto “Sara – Sostegno Ai Ragazzi Autistici”. Nell’occazione l’associazione “Hakuna Matata”, in collaborazione con l’ASD Ginnastica-Danza-Benessere di Borghetto, proporranno un musical dedicato ai più piccoli. La manifestazione comincerà alle 16,30. L’iniziativa nasce dall’idea di Eusebio Busè, papà di una bimba di nove anni affetta da autismo, che ha venduto tutto per comprare una barca e vivere a bordo con la piccola, particolarmente attratta dall’ambiente marino.

L’Adagio Blu è un’imbarcazione a vela di 11,50 metri con tre cabine doppie, omologata per otto persone e senza limiti dalla costa. Papà Eusebio l’ha acquistata vendendo i beni che possedeva, proprio con lo scopo di stabilire a bordo la propria residenza, insieme alla piccola Sara che da tempo ha mostrato la sua predilezione per il mare. L’associazione “Hakuna Matata”, che dalla canzone del “Re Leone” della Disney trae l’ispirazione per la spensieratezza e la gioia di vivere, è la promotrice del Progetto Sara.

L’associazione con il progetto “Sostegno A Ragazzi Autistici” vuole promuovere la nautica e l’ambiente marino come attività riabilitante di supporto alle già note terapie psicologiche o farmacologiche per i bimbi autistici o che abbiano problemi di natura sociale, psichica o comportamentale.

“Il Progetto Sara nasce con l’intento di utilizzare la magia del mare e della barca a vela e dell’ambiente marino per poter contribuire al miglioramento della qualità della vita, regalare momenti di serenità, svago, divertimento e di felicità con particolare attenzione ai bambini con disturbi legati allo spettro autistico, di linguaggio e sociali a cui sono venuti a mancare gli affetti della vita sociale – specifica Eusebio Busè – Immersi nella natura, crediamo che i bambini vengano stimolati a dare di più e che a bordo di una barca a vela si è propensi a generare lo spirito di collaborazione, di solidarietà, di squadra e la voglia di partecipare alle semplici attività di bordo rendono il bambino responsabile e fiero”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.