Economia

Trasferimento sedi Siemens al parco tecnologico degli Erzelli: firmata l’intesa

Regione. Giornata importante per il legame a doppio filo tra Siemens e Liguria. Si è tenuta infatti agli Erzelli la firma dell’intesa per il trasferimento al parco tecnologico delle sedi genovesi della multinazionale. Una realtà produttiva che conta, fra i 4 mila dipendenti italiani, 900 unità di lavoro nella regione ligure e 200 alla Trench Italia di Cairo Montenotte.

In una sala gremita di istituzioni, dopo il discorso introduttivo dell’amministratore delegato di Siemens Italia, Federico Golla, ha preso la parola l’assessore comunale allo sviluppo economico, Francesco Oddone, che ha esordito con una frase in tedesco rivolta al Ceo di Siemens, Siegfried Russwurm. “Voi qui a Genova siete a casa”, questa è la frase pronunciata.

Un momento atteso quello di oggi, che segna l’inizio del trasferimento di un’altra fondamentale realtà sulla colline degli Erzelli. “Dopo tre anni di duro lavoro e un investimento in tecnologia di 20 milioni di euro, l’impegno sarà quello di crescere e di mantenere questo centro di ricerca mondiale di software, ovvero tutto quello che regola i processi di manufacturing via software – dichiara Federico Golla – In un primo momento si trasferiranno nella nuova sede degli Erzelli circa 800 lavoratori, ma la ricerca e lo sviluppo di solito richiedono lunghi tempi ed investimenti, quindi l’obiettivo è anche quello di crescere in occupazione nei prossimi 5 anni”.

A questo appuntamento non poteva mancare il presidente della Regione Liguria, Claudio Burlando. “Siemens trasferisce qui l’unico centro di eccellenza che avrà in Italia e uno dei pochissimi che ha all’estero. Si tratta di una scelta molto fondamentale, che dopo Ericsson consolida la volontà di realizzare qui un distretto scientifico e tecnologico molto importate – spiega – Era chiaro che dovessimo cominciare a ricollocare la funzione che avevamo in città, per poi consentire l’arrivo di grandi realtà anche da altri paesi”.

“Mi sembra che ormai questo processo sia avviato e penso che possano arrivare altre realtà, anche piccole aziende, per cui faremo un bando ad hoc, che sono fornitori di Siemens e Ericsson” conclude il governatore regionale.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.