Cronaca

Tomaso, incontro dei genitori alla Farnesina: “Processo d’appello? Speriamo a settembre…”

Tomaso Bruno Elisabetta Boncompagni

Albenga. A poco più di un anno dalla sentenza di condanna all’ergastolo nei confronti di Tomaso Bruno ed Elisabetta Boncompagni e con un processo d’appello che deve ancora partire, nuovo incontro alla Farnesina dei genitori del ragazzo inaguno, Euro Bruno e Marina Maurizio, con due dirigenti del Ministero, nelle persone di Cristina Robaglia e Fausto Panebianco, che hanno rassicurato in merito al massimo impegno del governo sulla difficile situazione giudiziaria dei due ragazzi italiani, ancora rinchiusi in carcere in India e con ben due richieste di libertà su cauzione respinte dal Tribunale indiano.

“La Farnesina ci ha riferito che segue da vicino il caso di Tommy ed Eli e sta lavorando per assicurare un processo di appello il più rapido possibile. L’Ambasciata farà pressioni ancora maggiori al governo indiano, sollecitando udienze certe ed un procedimento senza i pesanti intoppi del primo grado, con continui rinvii. Inoltre, saranno intensificate le visite consolari in carcere” dicono.

Per il processo di appello devono ancora essere depositati alcuni atti per fissare una data di inizio. “Saremmo molto soddisfatti se l’appello cominciasse già a settembre” concludono i genitori di Tomaso Bruno.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.