La manta è una “Mobula mobular”, "è specie protetta e non si può toccare" - IVG.it

La manta è una “Mobula mobular”, “è specie protetta e non si può toccare”

Savona. “E’ assolutamente vietato avvicinare, toccare o molestare la manta avvistata da alcuni giorni nel mar ligure ed in particolare nello specchio acqueo del litorale savonese. E’ una specie protetta“. Queste le parole dell’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca ambientale (ISPRA), affermando che l’esemplare appartiene alla specie “Mobula mobular”, un animale raro. “Questa specie, presente in tutto il Mediterraneo, non rappresenta un pericolo per l’uomo, non è aggressiva e dispone solo di un aculeo a scopo difensivo dove inizia la coda”.

“La manta – precisa ancora l’ISPRA – è protetta e listata sia nell’appendice 2 della Convenzione di Berna, sia nell’allegato II del protocollo SPA/BIO della Convenzione di Barcellona, poiché è considerata specie vulnerabile. A questo proposito, i ricercatori dell’ISPRA ricordano ai bagnanti, alla popolazione e a tutti coloro che dovessero trovarsi nell’area, che è vietato infastidire ed anche semplicemente toccare l’esemplare di manta che frequenta le acque costiere liguri, proprio per la sua vulnerabilità e perché si tratta di esemplare protetto dalla legislazione internazionale” conclude l’istituto.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.