Sport

Percorso “bagnato” a Sassello per l’Alta Via Stage Race, tappa a Bardineto

stage race

Sassello/Bardineto. Arriva la pioggia sulla quarta tappa da Savignone a Sassello e il cambio meteo, dopo tre giornate di caldo torrido, provoca una piccola rivoluzione nella classifica generale della Liguria Alta Via Stage Race. A vincere la frazione sono i genovesi Meirara-Profumo (Biker Team Livellato), che sfiorano la maglia bianco-tricolore di capoclassifica. I leader Alessandro Mantovani e Gianluca Caserza (Genova bike) sono solo sesti al traguardo, con un ritardo di un’ora e 21 minuti a causa un guasto tecnico lungo la discesa verso il Turchino. In testa alla corsa, sono bloccati dalla rottura di un cambio e poi sono protagonisti di frenetica corsa contro il tempo per rimediare all’incidente meccanico. All’arrivo a Sassello riescono a mantenere un vantaggio di 13 minuti e 30 secondi sui rivali concittadini e a difendere il primato in classifica generale.

Sul podio di giornata salgono poi il genovese Davide Nicolai e la torinese Maria Luisa Surico (Hbm Racing Team) con un distacco di 47 minuti e i veneti Mara Dal Borgo-Daniele Modolo (Il Tandem), finiti a 48 minuti. Vincitori ieri a Savignone, i due bikers di Treviso, scalano anche la classifica generale e ora sono terzi a 40’07” dai leader. Fuori gioco finiscono i belgi Mertens-Flies, ottavi a due ore e sette minuti. In generale sono ora al quarto posto a 1h12’19” complici alcuni penalizzanti errori di interpretazione del tracciato, che ha portato la carovana dalla Provincia di Genova a quella di Savona. Uno spettacolare tracciato di una sessantina di chilometri caratterizzato da alcuni passaggi in quota con il mare a fare da sfondo e i biker a pedalare su crinali montuosi divenuti per l’occasione balcone sulla distesa d’acqua capace di rendere unica questa terra. Come è avvenuto con il transito nei pressi di Forte Geremia, gioiello architettonico recuperato anche grazie ad finanziamenti di Regione, Comune di Masone e del parco regionale del Beigua, e oggi punto di osservazione privilegiato su Genova.

Domani la Liguria Alta Via Stage Race propone una tappa lunga ma relativamente semplice, che attraversa l’entroterra di Savona, la provincia più ricca di boschi di tutta la Liguria. Splendida e velocissima la discesa su Bardineto, con un assaggio dei meravigliosi percorsi freeride dell’area Finale Ligure-Calizzano-Bardineto. Dopo il via da Sassello la quinta tappa transiterà per Colle del Giovo, Forte Bruciato, Sella Burain, Passo della Biscia, Case Naso di Gatto, Le Meugge, Traversine, Parco Adelasia, San Pietro, Teggio Giammazzo, Casa Costa del Prato, Bocchetta di Altare, Altare, Forte Taggia, Monte Burot, Monte Baraccone, Colle del Termine, Colla San Giacomo, Bric Praboè, Pian dei Corsi, Madonna della Neve, Località Din, Colle di Melogno, Foresta Barbottina, Case Catalano, Località Quarti, Giogo di Giustenice, Monte Carmo, Giogo di Toirano, Monte Magliano e San Nicolò, prima di arrivare a Bardineto. Tra la proposte più caratteristiche vi sono le antiche fortificazioni sulle alture di Savona, i boschi di faggi e castagni della Riserva naturalistica dell’Adelasia, la Cappella seicentesca della Madonna della Neve, le belle vedute sull’entroterra di Finale Ligure e la splendida Foresta della Barbottina.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.