Cronaca

Morte Samuel Bovolenta, denunciato barista che gli servì un cocktail

Samuel Bovolenta

Ceriale. Un cocktail che non ha inciso sulla tragedia che di lì a poco sarebbe avvenuta, ma che costa una denuncia a un barista cerialese che servì la bevanda alcolica a Samuel Bovolenta e ai suoi amici, prima che il treno Nizza-Mosca travolgesse il giovane sui binari.

I carabinieri hanno segnalato un esercente cerialese alla Procura della Repubblica per avere venduto bevande alcoliche a una quattordicenne e una quindicenne, considerato che la legge ne vieta la cessione ai minori di sedici anni, e per avere versato un numero eccessivo di consumazioni a un diciassettenne, rendendolo completamente ubriaco. Quest’ultimo, al momento degli interrogatori per ricostruire la dinamica dei fatti che hanno portato alla morte di Samuel, è risultato incapace di articolare le parole: di qui gli accertamenti che hanno portato alla denuncia.

La vittima dell’investimento ha bevuto però solo un cocktail e da tutti è stato descritto come lucidissimo. Non ci sarebbe dunque alcun collegamento tra quel bicchiere servito dal barista cerialese e la morte del ragazzino.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.