IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Buio Pesto, l’appello di Morini a Fazio: “Facci cantare al Festival di Sanremo, lo meritiamo”

Regione. Da ligure a ligure, l’appello questa volta ha un calibro tutto locale e, ne sono certi i Buio Pesto, più efficace. Massimo Morini, leader della band bogliaschina, si rivolge direttamente al corregionale Fabio Fazio che tornerà a prendere le redini del Festival di Sanremo, dove lo stesso Morini è un veterano, ma della direzione d’orchestra, e dove la band simbolo del dialetto vuole a tutti i costi esibirsi.

“Questa sarà la volta buona: i Buio Pesto calcheranno il palco del festival di Sanremo – preconizza con la solita verve Morini – Faccio appello a Fabio Fazio: è anni che aspettiamo. Non pretendiamo di vincere, ma desideriamo partecipare. Veniamo lì, cantiamo la nostra canzoncina e via… Direi che ce lo meritiamo, visto che vengono a vederci cento mila liguri all’anno. Poi al massimo chiediamo scusa la prima serata e ci autoeliminiamo”.

Per Morini l’appuntamento con l’Ariston è una ricorrenza fissa: ogni anno batte il record di presenze. Nell’ultima edizione ha raggiunto quota 22 partecipazioni, 12 delle quali con la bacchetta in mano, cui vanno aggiunte 7 rassegne di Sanremo Giovani. Una serie di presenze consecutive che nessun altro artista può vantare. E nel 1995 stabilì il record come più giovane della storia del Festival, dirigendo la grande orchestra della Rai a soli 26 anni. Ma quello che più gli preme, ora, è portare i Buio Pesto di fronte al grande pubblico.

Il conduttore di “Che tempo che fa” tornerà a guidare il Festival, raccogliendo l’eredità di Gianni Morandi, ma forte dell’esperienza di dodici anni fa. A margine della presentazione dei palinsesti Rai, Fazio si è limitato a dire che quello del 2013 sarà “un Festival popolare”. Cosa di più popolare della musica dei Buio Pesto, profondamente radicati nella realtà territoriale del luogo che ospita la kermesse musical-nazionale?

“Fabio, davvero, te lo chiediamo con il cuore: offrici questa occasione – dice Morini – Abbiamo un precedente: i Trilli hanno realizzato una carriera pazzesca, leader assoluti, e sono andati ad esibirsi a Sanremo. Te lo chiedo anche tramite Genova24, facci venire a cantare. Ritengo che anche per noi sarebbe un coronamento della nostra carriera”.

Nel frattempo, la band dialettale prosegue il tour legato al nuovo cd, “Zeneize”. “Siamo impegnati nel nostro diciottesimo tour consecutivo, non possiamo permetterci di essere stanchi ora – spiega Morini – Nel doppio cd ‘Zeneize’ c’è di tutto, da vecchi a nuovi successi alla colonna sonora di ‘Capitan Basilico’”.

“Abbiamo iniziato dalla tappa numero zero a Loano e ora proseguiamo sino a settembre, con 14 generi musicali diversi e chicche imperdibili. Tanto divertimento e dialetto, con un pizzico di beneficenza” conclude Morini.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. misbatt1
    Scritto da misbatt1

    quoto marty74…a mio parere, visto che la lingua italiana ci unisce e il festival non si chiama “festival della canzone dialettale” non dovrebbero far cantare brani di alcun dialetto, nè quelli del Buio Pesto (molto bravi e simpatici), nè quelli napoletani o romani…solo canzoni in italiano per favore!

  2. marty74
    Scritto da marty74

    A me sa tanto che i Buio Pesto per rimanere in gamba come sono, dovrebbero evitarlo Sanremo, è solo una questione di campanilismo (giusto), si canta in tutti i dialetti eccetto il ligure, uno dei tanti motivi per cui ignoro sanremo da anni

  3. folgore
    Scritto da folgore

    @giover perchè saranno megliole canzoni di gigi d’alessio!!!! Ma per favore!
    Da 100 anni ci becchiamo nel festival della canzone ITALIANA gente che canta in dialetto napoletano e non si capisce una fava, ma non si riesce a far ammettere chi canta in dialetto ligure!
    Vorrei farti notare canzoni come Bella Str..a (Masini vinciitore di un festival), Io sono Francesco (con la strofa put…a la maestra, Tricarico),….o tutti o nessuno!

  4. Scritto da ice

    siete buoni a dire solo questo ma tutta la beneficenza che fanno????mi sa che non conosci nulla dei buio pesto ……….informati bene e poi commenta va che è meglio fidati

  5. Scritto da giover

    Canzoni mediocri piene di parolacce e basi ,nessuno di loro suona ,l’ideale per sanremo
    Ma vah!!

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.