Regione, 1,5 mln per emergenza eventi alluvionali: critiche dal consigliere Della Bianca (Pdl) - IVG.it

Regione, 1,5 mln per emergenza eventi alluvionali: critiche dal consigliere Della Bianca (Pdl)

Raffaella Della Bianca

Regione. Il consigliere Della Bianca attacca la Giunta in merito ad una delibera che riguarda l’approvazione dello schema di convenzione tra Regione Liguria e Infrastrutture Liguria S.r.l. per “Progettazioni di interventi per opere infrastrutturali in relazione ad eventi alluvionali dell’ottobre 2011”.

“E’ stato stanziato ben 1 milione e mezzo di euro – spiega Della Bianca -. Una cifra da capogiro per progettazioni che dovrebbero fare i dirigenti regionali e non società in house della Regione. Era il 20 maggio 2009 quando venne costituita la ‘Infrastrutture Liguria S.r.l.’ interamente partecipata da Filse, con lo scopo di avviare l’attuazione del quadro programmatico di opere ed infrastrutture di interesse della Regione Liguria. Tra i compiti della società, la funzione di stazione appaltante per la progettazione ed attuazione di opere di rilevanza regionale. La cosa assurda è il fatto che la Giunta abbia ritenuto necessario affidare a questa società le progettazioni di interventi per opere infrastrutturali in relazione ai danni alluvionali verificatisi nei giorni 24 e 25 ottobre nel territorio della Provincia di La Spezia, per un impegno di spesa di un milione e mezzo di euro”.

Infatti sul capitolo 1855 UPB 6.207 del bilancio regionale per il 2012, avente oggetto “Spese per progettazioni per il ripristino delle infrastrutture danneggiate dagli eventi alluvionali che hanno colpito la Regione Liguria nell’anno 2011” , è stata stanziata la somma di 1.500.000 euro.

“La Giunta non può più permettersi di sprecare denaro in questo modo – aggiunge Della Bianca -. Se pensiamo che la Liguria ha il doppio di dipendenti/dirigenti (68,6) rispetto ad esempio alla Lombardia (34) ogni centomila abitanti, il conto è presto fatto. Se i dirigenti della Regione non sono in grado di lavorare a determinati progetti allora che vengano mandati a casa”.

Il consigliere ha presentato un’interrogazione con risposta scritta per sapere quindi, per quale motivo Regione Liguria non sia in grado di avere dei propri dirigenti in grado di fare progettazioni di interventi per opere infrastrutturali in relazione ai danni alluvionali dell’ottobre scorso, ma debba sempre affidarsi a società che comportano esborsi onerosi, e per conoscere in che modo e attraverso quali interventi Regione Liguria intenda seguire l’esempio di altre regioni italiane, in primis la Lombardia, per quanto riguarda gli ottimi parametri dirigenti/abitanti.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.