Raccolta differenziata del vetro, aumento del 6% in un anno - IVG.it

Raccolta differenziata del vetro, aumento del 6% in un anno

raccolta differenziata, rifiuti

I consumatori italiani sono tra i più virtuosi in Europa nella scelta degli imballaggi di vetro, per raccolta e riciclo. L’88% in Italia raccomanda il vetro come miglior imballaggio, sempre l’88% sa che è riciclabile e l’83% ricicla il vetro regolarmente contro il 74% dei consumatori europei.

Questi i dati della Federazione europea del vetro di imballaggio (Feve), riferiti dal segretario generale Adeline Farrelly in occasione dell’evento “Da vetro nasce vetro”, organizzato a Genova da Assovetro (associazione nazionale degli industriali del vetro) e da Coreve (Consorzio recupero vetro).

In particolare, ha riferito Farrelly, gli italiani scelgono il vetro soprattutto perché preserva meglio il gusto e le qualità dei prodotti (62%), è sicuro per la salute (58%) ed è l’imballaggio con il minimo impatto sull’ambiente (43%).

“Nel 2010 – ha riferito il segretario generale Feve – in Europa sono state raccolte circa 30 miliardi di bottiglie (11 milioni di tonnellate). Circa l’80% è effettivamente riciclato in nuove bottiglie, per un risparmio pari a più di 12 milioni di tonnellate di materie prime e di emissioni di CO2 equivalenti a quattro milioni di macchine all’anno”. In tutta Europa, ha detto Farrelly, gli stabilimenti sono 160.

Cifra record, quella dell’avvio al riciclo dei rifiuti da imballaggio in vetro (bottiglie, vasi e flaconi) nello scorso anno. Nel 2011, in Italia, si è raggiunta la quantità di quasi 1,6 milioni di tonnellate pari al 68,1%.

La differenziata ha visto un aumento di oltre il 6% in un anno con 1,7 milioni di tonnellate. A livello regionale il primato va alla Valle d’Aosta con quasi 50 chilogrammi pro capite, contro una media nazionale di 26,7 chilogrammi per abitante. A sorpresa, bene la Sardegna, che conferma risultati molto vicini a regioni notoriamente virtuose, come appunto la Valle d’Aosta, la Lombardia, il Trentino Alto Adige e il Veneto.

“Al Sud – ha detto Gianpaolo Caccini, presidente del Consorzio recupero vetro – i cittadini sono più informati rispetto alla raccolta differenziata del vetro. Solo il 54% fa per così dire ‘errori’, contro il 61% del Nord. Tra le regioni, da registrare la crescita nell’ultimo anno in Toscana, Molise e Basilicata. Il Coreve – ha riferito ancora Caccini – ha erogato ai Comuni, nel 2011, 41 milioni di euro. Quello che serve è una standardizzazione dei sistemi di raccolta, che però non mi pare di vedere dietro l’angolo”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.