IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Progetto “Tre Terre” e arrivo del ministro Gnudi a Varigotti: i “no” del Prc

Finale L. Progetto “Tre Terre” e arrivo del ministro Gnudi a Varigotti: il Circolo Prc Finale – Pietra promette battaglia contro un progetto che teme fallimentare e contro la presenza in Riviera di un esponente del governo Monti, ben poco gradito al partito di sinistra.

“La presentazione del progetto dell’associazione “Costa Balenae” e l’arrivo del Ministro del Turismo Piero Gnudi a Varigotti previsto in data 4 maggio ci consentono di fare una doppia riflessione – esordisce Stefano Rebecchi, segretario del Circolo Prc Finale-Pietra – La prima è da compiersi sul Parco del Finalese, istituito da una legge regionale negli anni Settanta e mai realizzato, la seconda sul governo Monti e le sue politiche. Pensiamo che il progetto delle Tre Terre possa ritenersi positivo se e solo se è la base di partenza per la realizzazione del Parco di cui sopra, per il quale ci siamo più volte battuti nel corso degli ultimi anni con l’allora assessore regionale Franco Zunino. Se il progetto del Parco verrà ridotto, come proposto, ad un insieme di micro progetti, alcuni dei quali peraltro già finanziati e realizzati, si otterrà soltanto una somma d’interessi particolari non coincidenti con il bene collettivo, ossia la salvaguardia dell’ambiente ed il rilancio del turismo nei comuni interessati”.

“Per quanto riguarda la seconda riflessione, la presenza dell’esponente di un Governo che, non essendo legittimato da un’elezione popolare bensì da poteri forti (Confindustria in particolare), BCE e Vaticano, si pone l’obiettivo di fare gli interessi di questi ultimi a scapito di lavoratori, pensionati, disoccupati, donne e studenti – continua Rebecchi – Dalla macelleria sociale operata con le varie manovre alla circolare che vietò la parola ‘preservativo’ in Rai in occasione della Giornata Mondiale dell’Aids, numerose e su più fronti sono state le nefandezze promosse da questo governo, e non sarà la pubblicità concessagli da quest’evento a pulire le sue mani dal sangue del popolo. Per questi motivi anche il Partito della Rifondazione Comunista parteciperà alla contestazione al ministro Gnudi per ribadire la nostra volontà di abbattere questo sistema corrotto e restituire il potere alle mani del popolo dalle quali questo governo l’ha strappato con la forza”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.