Cronaca

Alassio, retata dei carabinieri negli uffici comunali: sei denunce per falsificazione di atti pubblici

Carabinieri Alassio

Alassio. Una retata dei carabinieri ha gettato nella bufera il Comune di Alassio. Questa mattina gli uomini dell’Arma, coordinati dal maggiore Samuele Sighinolfi, con il supporto di personale specializzato, hanno infatti effettuato un sopralluogo nel palazzo comunale della città del Muretto e fatto scattare una denuncia nei confronti di sei persone: il vicesindaco di Alassio Luigi Sibelli, la moglie Nadia Pelle, il geometra Luigi Tezel (questi ultimi sono due dipendenti comunali), un imprenditore a cui il Comune ha affidato diversi lavori (e che è fratello di un consigliere comunale) un fotografo e un secondo geometra.

L’indagine, coordinata dal pubblico ministero Danilo Ceccarelli della Procura della Repubblica di Savona, si è conclusa questa mattina con diverse perquisizioni negli uffici del Comune e nelle abitazioni degli interessati, che hanno fruttato positivi riscontri alle ipotesi investigative e con la consegna dell’avviso di garanzia a tutte le persone coinvolte.

Le attività d’indagine hanno permesso di scoprire una piccola organizzazione che in accordo falsificava atti pubblici di amici e compiacenti, ad esempio pratiche edilizie e condoni.

Le falsificazioni avvenivano anche grazie all’aiuto di un fotografo che modificava le foto degli immobili oggetto di abusi edilizi. Tale pratica consentiva di evitare demolizioni o di sanare pratiche edilizie altrimenti insanabili a causa, ad esempio, di vincoli paesaggistici ambientali. Gli immobili sono tutti localizzati tra Alassio e Moglio.

E’ stata inoltre accertata la turbativa d’asta in merito all’assegnazione di lavori di manutenzione che il Comune affidava sovente ad una ditta in particolare.

Lungo l’elenco dei reati dei quali dovranno rispondere le sei personen denunciate. Nel dettaglio, si tratta di concorso nel reato, corruzione aggravata, turbativa d’asta, falso ideologico del privato in atto pubblico, falso ideologico del pubblico ufficiale in atto pubblico, falsità in atti amministrativi, abuso edilizio, violazione vincoli paesistici ambientali.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.