Alassio, il governatore Burlando: "Sconvolti dall'attentato di Brindisi, mentre il terremoto emiliano ci riporta all'alluvione" - IVG.it
Cronaca

Alassio, il governatore Burlando: “Sconvolti dall’attentato di Brindisi, mentre il terremoto emiliano ci riporta all’alluvione”

burlando

Alassio. “Il fatto di Brindisi, indipendentemente dalla matrice, ha sconvolto tutti”. Lo sottolinea il presidente regionale Claudio Burlando, oggi ad Alassio per incontrare gli imprenditori locali. “L’accanimento su studentesse sedicenni nel momento in cui cominciavano a costruirsi una vita, con la scuola, è un momento drammatico, che per la terribile portata si associa al terremoto in Emilia, che ci ha fatto tornare indietro di un anno quando a nostra volta abbiamo dovuto affrontare il disastro delle Cinque Terre. Ricordiamo entrambi questi fatti tragici” ha detto il governatore della Liguria.

L’intera regione, dalle istituzioni ai cittadini, ha manifestato contro le strategie stragistiche e l’attentato alla scuola Falcone-Morvillo, che ha portato alla morte una ragazza di 16 anni e a numerosi feriti. Questo pomeriggio nella città pugliese colpita dall’ordigno si svolgeranno i funerali di Melissa Bassi. “Mi vengono in mente le migliaia di ragazzi che sfilarono a Genova per la manifestazione nazionale antimafia voluta da Libera – aveva detto Burlando alla notizia dell’attentato – So che vinceranno loro, perché sono dalla parte dei giusti” “Ci sono molte analogie con la stagione delle bombe tra il 1992 e il 1993 – aveva aggiunto Anche allora c’era un vuoto politico”.

Su un altro fronte, il sisma che ha devastato i centri emiliani. “Quanto è accaduto a Finale Emilia, così come era successo, in altro modo, alle Cinque Terre, a Varazze, il Val di Vara, a Genova, non può indurre a dire ‘arrangiatevi’: non lo si può dire né ai cittadini né ai Comuni. Prima vanno fatti gli interventi. Il Paese deve mettere a posto i conti, ma non sa selezionare le priorità” osserva oggi Burlando, riferendosi alla poliza assicurativa contro i rischi del terremoto prevista dalla riforma della Protezione Civile.

Nuove scosse e la pioggia hanno accompagnato la prima notte degli sfollati in Emilia. La terra ha tremato ancora in provincia di Modena e Ferrara, sotto le macerie delle centinaia di chiese, torri, campanili, case, edifici rurali, capannoni industriali e municipi che sono crollati per la scossa che ha squassato il Nord Est. “Sono fatti tragici che ci riportano ad un anno fa, quando le nostre terre sono state devastate dagli eventi alluvionali, e testimoniamo quindi la nostra vicinanza alle popolazioni colpite in Emilia” conclude il presidente ligure.

A Savona, intanto, alle 12 nell’aula magna della Procura della Repubblica vi è stata una breve sospensione dell’udienza ordinaria, per un omaggio alle vittime di eventi di Brindisi.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.