A Cogoleto prende il via “Cantare e portare la Croce” - IVG.it
Altre news

A Cogoleto prende il via “Cantare e portare la Croce”

vescovo lupi

Cogoleto. Nove cori, circa duecento coristi, oltre cinquanta brani in programma, tre oratori – più la chiesa che ospita il convegno finale – sette località della provincia coinvolte, sei enti patrocinanti. Sono questi i numeri di “Cantare e portare la Croce”, che partirà questa sera ore 21 con la prima tappa presso l’oratorio di san Lorenzo a Cogoleto, città natale del priore diocesano Giovanni Priano che sarà ricordato, assieme a un altro cogoletese il maestro Michele Fancello, prima di lasciare spazio alla musica. Protagonisti della serata il Coro Polifonico di Valleggia, il Coro “S.Pietro” di Savona e il coro “Voci Bianche” di Valleggia.

La manifestazione promossa dal Priorato diocesano delle Confraternite col Coordinamento diocesano delle corali e la Diocesi di Savona-Noli, che vanta anche il patrocinio della Provincia di Savona e dei Comuni di Savona, Cogoleto, Albisola Superiore e Stella, giunge alla sua terza edizione. Visto il grande successo dello scorso 2011 e dell’anno di esordio, il 2010, l’eento prosegue con sempre maggior entusiasmo e con sempre più cori: quest’anno sono, come detto, ben nove i gruppi partecipanti distribuiti in tre diverse date in altrettanti oratori della diocesi. Altra novità, quest’anno le serate sono tutte di venerdì a sottolineare il secolare impegno penitenziale delle confraternite.

Insomma record e novità per la manifestazione che in questa edizione porta con sé una doppio affettuoso ricordo. L’evento, come accennato, è dedicato infatti al priore diocesano dottor Giovanni Priano, scomparso lo scorso settembre e fra i primi sostenitori del progetto, e a Gianni Genta, cantore e confratello, scomparso nel 2009, “ispiratore” delle origini di questa rassegna-preghiera.

La seconda tappa sarà a Lavagnola, quartiere di Savona, il 18 maggio alle 21 nell’oratorio di S. Dalmazio: protagonisti il Coro polifonico “Città di Albisola Superiore”, la Corale “Guido d’Arezzo” di Carcare e la Corale Polifonica Cellese. Quindi il 25 maggio alle 21, nell’oratorio di S.Maria Maggiore ad Albisola Superiore canteranno il Concentus Mater Misericordiae di Savona, la Corale “S. Maria” di Cogoleto e il Collegium Musicum “Sancti Sebastiani Gameraniensis” di Stella.

Infine, domenica 3 giugno, il Convegno diocesano delle corali a Stella san Martino, alla presenza del vescovo Vittorio Lupi che spiega: “La collaborazione fra confraternite e corali, preziose risorse nel nostro territorio e della Chiesa savonese, vivifica queste realtà radicate nel passato, ma attive nel presente”. “C’è un grande entusiasmo attorno a questa iniziativa, che continua a crescere grazie alla disponibilità di cori e confraternite – afferma il direttore artistico Marco Gervino – crediamo sia un’occasione importante per il territorio e per la Chiesa savonese”. “Il canto aiuta ad elevare l’anima a Dio, a essere alla Sua presenza, ad abbracciare quella Croce che ognuno vive nella sua esistenza” aggiunge il priore diocesano delle confraternite Milly Venturino.

Più informazioni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.