Sicurezza a Carcare, Pd: "Problemi raddoppiati da quando c'è questa giunta" - IVG.it
Politica

Sicurezza a Carcare, Pd: “Problemi raddoppiati da quando c’è questa giunta”

carcare

Carcare. Il tema della sicurezza accende la miccia fra maggioranza e opposizione a Carcare, in particolare con un botta e risposta fra Pd e assessore De Vecchi che va avanti da settimane.

Il partito di centrosinistra, nei giorni scorsi, aveva criticato la decisione della giunta Bologna di installare nuove telecamere, sottolineando che fosse un’iniziativa inutile e che, invece di aumentarne il numero, sarebbe stato più opportuno scegliere modelli a più alta definizione. A poche ore di distanza, la risposta della maggioranza che ha ricordato come in passato fosse stato proprio il Pd a installare nelle vie della città occhi elettronici che, però, poi non furono mai messi in grado di funzionare.

“Leggiamo con sconforto, da carcaresi, la scomposta e stizzita reazione dell’assessore De Vecchi alle nostre critiche e proposte circa le telecamere e la sicurezza in paese – si legge in una nota del Pd – Dispiace non rispondergli, ce ne sarebbe da puntualizzare, ma non vogliamo seguirlo in polemiche sterili. Vogliamo invece guardare al futuro di Carcare ed essere propositivi per risolvere i problemi, se crediamo che ci siano”.

“Ci rivolgiamo quindi al sindaco, in quanto legale tutore della sicurezza sul territorio. I problemi di ordine pubblico a Carcare ci sono e non sono mai stati così evidenti come da quando è arrivata questa amministrazione, che aveva basato tutta la sua campagna elettorale sulla sicurezza – si legge anocra – Come tutti i carcaresi, ogni lunedì leggiamo sui giornali il resoconto degli atti vandalici che puntualmente si ripetono in paese tutti i fine settimana: panchine divelte, muri imbrattati, arredi urbani e auto private danneggiati, ne hanno fatto le spese anche i vetri delle scuole. Per non parlare della sporcizia (escrementi di varia natura, vomito, rifiuti di ogni genere) che i residenti di molte zone di Carcare devono pulire ogni lunedì mattina davanti al loro portone o al loro negozio”.

“E’ di questi giorni un articolo in cui un abitante di via Castellani annuncia di non poterne più e di voler vendere il suo appartamento per poi trasferirsi altrove – sottolineano i rappresentanti del Pd carcarese – Che tristezza! Solo pochi anni fa, a Carcare volevano vernirci tutti, non andarsene. Sotto accusa è la movida, ma secondo noi la movida in sé c’entra poco. Il venerdì e il sabato sera a Carcare arrivano centinaia di ragazzi da tutta la Val Bormida per bere nei locali del paese. Alcuni (pochi) di loro si ubriacano e vanno in giro a compiere gli atti vandalici di cui leggiamo sui giornali, gettando oltretutto cattiva luce su tutto il gruppo. E’ su questi soggetti che l’amministrazione Bologna dovrebbe concentrarsi. Chi viola le leggi deve essere individuato e sanzionato, sempre. Solo così si può garantire la convivenza civile, mediare tra le esigenze di chi vuole divertirsi e chi dormire in pace, ed evitare che il territorio venga devastato”.

“Per far questo occorrerebbe organizzare con le forze dell’ordine un pattugliamento più stringente del territorio, più servizi serali e notturni nei giorni in cui si concentra la movida, per far rispettare le leggi, che ci sono e vanno applicate nel rispetto di tutti. E’ possibile che non si riesca a tutelare la legalità in un territorio come Carcare, fra i meno estesi della Val Bormida e dove sono presenti con presidi fissi ben tre corpi di polizia (polizia municipale, carabinieri e polizia stradale, oltre al contratto che il Comune ha dichiarato di aver rinnovato con i vigili dell’ordine), che già svolgono un lavoro egregio ma che probabilmente andrebbero coordinati meglio?”, chiude la nota Pd.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.