Sicurezza a Carcare, assessore De Vecchi: "Nessuna lezione dallo 'smemorato' Pd" - IVG.it
Politica

Sicurezza a Carcare, assessore De Vecchi: “Nessuna lezione dallo ‘smemorato’ Pd”

Carcare

Carcare. Sicurezza e polemica-telecamere tra maggioranza e Pd carcarese. Quest’ultimo, nei giorni scorsi, aveva criticato la decisione della giunta Bologna di installarne di nuove, sottolineando che fosse un’iniziativa inutile e che, invece di aumentarne il numero, sarebbe stato più opportuno scegliere modelli a più alta definizione.

“Forse non tutti i carcaresi sanno che la prima installazione di telecamere pubbliche a Carcare avvenne nell’anno 2007, per opera della giunta Nicolini targata Pd – risponde e precisa Christian De Vecchi, assessore alla Cultura e all’Istruzione – Si trattò di sette telecamere a circuito chiuso posizionate nei pressi del palazzetto dello sport e della scuola materna, per un costo complessivo di allora Euro 9500,00 (delibera Giunta Comunale n°219 del 09.11.2006). Quelle telecamere e i relativi impianti, a conclusione del montaggio non entrarono mai in funzione a pieno regime. Dopo circa un anno vennero letteralmente abbandonate a loro stesse senza più interventi di manutenzione e uso. Non furono pochi, i cittadini, che si posero il legittimo dubbio se quelle stesse fossero un finto deterrente”.

“Quella ‘pioneristica’ installazione fu un fallimento, non a causa dei materiali elettronici, ma semplicemente per negligenza amministrativa: montata, pagata, non seguita, gestionalmente abbandonata. Un chiaro esempio di spreco di risorse – sottolinea De Vecchi – Oggi, quelle telecamere saranno oggetto di un intervento di ripristino e potenziamento. Oggi, il Pd, non memore di quella esperienza originaria, sventola strumentalmente la bandiera della sicurezza pubblica contro la giunta Bologna per deprecarne un’iniziativa ancora in corso d’opera e perfezionamento”.

“Considerati i trascorsi amministrativi in materia di sicurezza, quella messa in atto dal Pd carcarese è una strategia politica poco produttiva, o probabilmente la nuova dirigenza ignora gli interventi fatti dai suoi predecessori politici quando amministravano – continua l’assessore alla Cultura – La prevenzione e repressione degli eventi illegali è un’attività professionale che sinergicamente coinvolge più istituzioni e gli strumenti, umani e non, che queste mettono a disposizione per raggiungere il risultato. Ognuno svolge la sua parte e contribuisce con ciò al perfezionamento reciproco del lavoro di quelle degli altri. Ricondurre, per strumentalizzazione politica, le problematiche della sicurezza pubblica di Carcare alla responsabilità politica del Sindaco e agli strumenti messi a disposizione dalle scelte della Giunta è un esercizio di insufficienza”.

“Ciò che sta facendo e dovrà fare la giunta Bologna è mettere a punto lo strumento delle telecamere e garantirne l’utilizzazione per le finalità a cui devono servire, più grave sarebbe metterle e poi abbandonarle. Ciò sembra non essere ancora successo, salvo per le 7 telecamere dell’anno 2007 fatte installare dalla giunta Nicolini, targata Pd (partito democratico)”, conclude De Vecchi.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.