Sanità, in Italia è boom per le cure low cost: mercato in crescita del 25% all’anno

impegnativa medico, ticket

“Aaa cure low cost cercasi”. Anche nell’ambito della sanità infatti è partita la caccia alle offerte e sempre più italiani cercano prestazioni a prezzi più bassi, di qualità accettabile, con buoni tempi di accesso. E il mercato decolla: è infatti stimato in 10 miliardi di euro il valore della sanità “low cost”, con proiezioni di crescita pari al 25% l’anno. E’ questo almeno il quadro che emerge dalla ricerca del Censis “Quale futuro per le risorse in sanità? Quale sanità dopo i tagli?”.

I tagli dei prezzi delle prestazioni sono di solito non inferiori al 30%, ma possono arrivare al 60% e sul web si moltiplicano le offerte (dall’odontoiatria ai servizi di prevenzione), con sconti fino all’85% rispetto ai comuni prezzi di mercato.

“Nella componente privata del mercato sanitario – sottolinea il Censis – cresce dunque l’appeal del low cost, destando però qualche preoccupazione a causa della mancanza di controlli di qualità e per la possibile induzione di una domanda impropria con risposte inappropriate. Un esempio è la medicina e la chirurgia estetica, con un milione di italiani (di cui 800 mila donne) che vi hanno fatto ricorso nel corso della loro vita, settore nel quale si registrano molte offerte promozionali low cost”.

Più informazioni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.