IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Regione, libri di testo elettronici: approvata la legge del Pdl per una scuola più tecnologica

Liguria. Dopo mesi di lavoro in V Commissione, questa mattina è stata approvata la proposta di legge del Pdl, promossa da Gasco, Garibaldi, Scajola, e raccolta per la maggioranza da Boffa, per la diffusione dei libri di testo elettronici nelle scuole.

“Il percorso in Commissione è stato lungo e tormentato – dichiara Boffa – ma ha consentito di adeguare l’articolato originario all’esigenza di non esporre la Regione ad azioni e responsabilità improprie. L’atteggiamento costruttivo della maggioranza rispetto alla buona proposta dei colleghi proponenti è stato ricambiato dalla loro disponibilità a limare il testo e penso che siano soddisfatti del risultato”.

“Siamo soddisfatti – spiega Roberta Gasco, prima firmataria – questa legge rappresenta un segnale importante che segue il percorso di ammodernamento delle scuole liguri passando attraverso la digitalizzazione del materiale scolastico e la diffusione del libro elettronico”.

L’esponente del Pdl spiega che con questo provvedimento la Regione Liguria favorisce la partecipazione delle istituzioni scolastiche ai processi di innovazione tecnologica anche sostenendo gli Enti locali nell’adozione di iniziative per l’attuazione concreta delle politiche di innovazione digitale.

“La stessa Giunta regionale – aggiunge la rappresentante del Pdl – accogliendo questa nostra proposta ha ben compreso dove deve andare la scuola. Infatti all’art.3 si stabilisce che l’amministrazione regionale sostiene la diffusione, nell’ambito del sistema scolastico educativo regionale, di supporti tecnologici adeguati per la promozione della didattica digitale. Una certificazione importante che riconosce la strategicità dei libri di testo elettronici all’interno del percorso scolastico-educativo dei nostri giovani”.

Gasco poi sottolinea l’importanza dell’art. 4 della Legge che è dedicato esclusivamente alla diffusione del libro digitale ed alla piattaforma di e-learning nelle scuole e negli organismi formativi accreditati: “In questo caso nell’ottica dell’ottimizzazione delle risorse disponibili – spiega la Consigliera regionale del Pdl – la Regione si avvarrà del portale “Giovaniliguria” come piattaforma “e-learning” per la messa a disposizione di materiale didattico e software a matrice libera dove chiunque potrà accedere per scaricare dispense e documenti”.

In conclusione Roberta Gasco dichiara: “Si tratta di un provvedimento che per noi è un grande risultato e rappresenta un concreto passo avanti verso l’innovazione, verso quella scuola moderna e tecnologica alla quale abbiamo teso presentando la nostra proposta di legge, progetto nel quale crediamo fortemente”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Tex Murphy
    Scritto da Tex Murphy

    Il problema rimane irrisolto, gli studenti somari rimangono somari, anzi secondo me più somari di prima con un tablet o un pc sotto mano con il quale possono fare di tutto tranne che studiare.
    Personalmente li vieterei, insieme ai cellulari, persino nelle università.
    Nelle scuole andrebbero usati i computer solo nelle aule apposite, con le dovute restrizioni e sotto stretto controllo.
    Queste mosse politiche tanto per fare i fighetti all’avanguardia sono proprio quelle di cui abbiamo bisogno, complimenti.