Cronaca

Emergenza lavoro nel Savonese, operai in piazza. Bus e treni “a intermittenza”

Protesta Ocv Vado

Savona. Trasporti e industria savonese in crisi e, oggi, in sciopero. I lavoratori delle “zoppicanti” aziende del nostro territorio incroceranno le braccia per quattro ore, così come deciso dai direttivi provinciali di Cgil, Cisl e Uil per la sola provincia di Savona.

L’obiettivo è quello di chiedere al governo l’apertura di un tavolo di crisi per affrontare il problema dell’emergenza occupazionale nel Savonese. Previsto un corteo che si snoderà da piazza del Brandale, alle 10,30, lungo le vie del centro fino alla prefettura, dove una delegazione chiederà di essere ricevuta dal prefetto. Alle 9 inoltre i rappresentanti sindacali renderanno omaggio alla lapide che ricorda i martiri della deportazione avvenuta a seguito dello sciopero del primo marzo 1944.Sono una sessantina le aziende savonesi in crisi e quasi 3 mila i lavoratori coinvolti, tra diretti e indotto.

Per quanto riguarda il settore trasporti, è previsto lo sciopero generale di quattro ore dalle 10,15 alle 14,15: in tali fasce orarie Tpl Linea non potrà garantire l’esecuzione del servizio di trasporto pubblico e non esclude, inoltre, lievi disagi immediatamente prima e dopo le ore di sciopero programmato. Per informazioni sui bus è possibile contattare il numero verde 800012727 (dalle 7,15 alle 17,30) o www.tpllinea.it. I treni si fermeranno dalle 14 alle 18, anche se i convogli nazionali dovrebbero viaggiare con regolarità. Per i treni regionali, le Ferrovie ricordano che lo sciopero non incide sulle fasce orarie più frequentate dai pendolari(6-9 e 18-21).

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.