Carcare, Pd: "Ok a movida ma chi delinque va punito". De Vecchi: "Battaglia strumentale" - IVG.it
Politica

Carcare, Pd: “Ok a movida ma chi delinque va punito”. De Vecchi: “Battaglia strumentale”

carcare

Carcare. Prosegue la polemica sul tema della sicurezza fra maggioranza e opposizione a Carcare, in particolare con un botta e risposta fra Pd e assessore De Vecchi che va avanti da settimane.

“Ben venga la movida, ma chi disturba, delinque e viola le regole va individuato e punito” questa la posizione del Pd di Carcare che riferisce: “Movida vuol dire un movimento di giovani che esiste da molti anni e che tutti i comuni limitrofi vorrebbero perché è il segnale di un paese vivo e vitale e muove un significativo giro d’affari per i locali pubblici di Carcare. Un movimento che però va tenuto sotto controllo e regolamentato, per assicurare la convivenza civile e i diritti di tutti, facendo rispettare le norme che già ci sono e non istituendo le ronde – come paventa l’assessore De Vecchi confondendosi forse con analoga iniziativa proposta e praticata in Italia solo e soltanto da un partito, la Lega Nord, del quale lui, e non noi, è alleato ma aumentando i servizi di pattugliamento notturni e festivi operati dalle forze dell’ordine e cioè carabinieri, polizia stradale e polizia municipale, che già hanno presidi fissi sul nostro territorio”

“Se le iniziative del Sindaco Bologna vanno in questa direzione, salutiamo positivamente finalmente qualche iniziativa concreta dopo due anni e mezzo di meri annunci promozionali che finora hanno prodotto ben pochi risultati concreti, come gli abitanti del centro storico e delle zone periferiche di Carcare hanno potuto purtroppo constatare a loro spese” conclude il Pd.

“La sensazione maggiormente diffusa, anche presso l’opinione pubblica è che una parte del Pd abbia intrapreso una battaglia strumentale nei confronti dell’amministrazione comunale di Carcare, concentrata sul tema della “sicurezza”, anche attraverso una capillare campagna di disinformazione e di stravolgimento di dati statistici, chiaramente noti solo alle forze dell’ordine” commenta l’assessore Christian De Vecchi.

“Il dato emergente, dalle loro dichiarazioni, è senza dubbio l’enfatizzazione delle fenomenologie criminali, secondariamente la confusione o l’associazione di reati e attività criminose alla cosiddetta “movida”, con la sola finalità di demonizzarla. Dal tenore delle sue dichiarazioni, sembra che il portavoce locale del Pd nutra dei dubbi anche sull’operato delle forze dell’ordine, è presumibile che a giorni potrebbe farsi attrice in prima persona di un servizio socio ausiliario di ronda” prosege De Vecchi che sottolinea: “In quanto all’amministrazione comunale, torniamo a ripassare il concetto che la prevenzione e repressione degli eventi illegali è un’attività professionale che sinergicamente coinvolge più istituzioni e gli strumenti, umani e non, che queste mettono a disposizione per raggiungere il risultato. Ognuno svolge la sua parte e contribuisce con ciò al perfezionamento reciproco del lavoro di quelle degli altri. Ricondurre, per strumentalizzazione politica, le problematiche della sicurezza pubblica di Carcare alla responsabilità politica del Sindaco e agli strumenti messi a disposizione dalle scelte della giunta è un esercizio di insufficienza.”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.