IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, romeno trovato morto nella sua roulotte: il figlio non crede nella morte naturale e chiede di eseguire l’autopsia foto

Più informazioni su

Albenga. Probabilmente non crede che il padre sia morto per cause naturali e vuole vederci chiaro. Uno dei figli di Petre Neagu, l’uomo romeno di 65 anni che era stato ritrovato morto mercoledì scorso nella sua roulotte parcheggiata in Regione Burrone, lungo la strada alle spalle di viale 8 Marzo, ha infatti chiesto agli inquirenti di eseguire l’autopsia per capire le ragioni del decesso del genitore.

Neagu, che probabilmente era morto già da molti giorni e il cui corpo era in parziale stato di decomposizione, era stato ritrovato riverso sul letto: è come se si fosse seduto sul materasso e poi fosse “caduto” all’indietro. Dai primi accertamenti svolti sul posto il medico legale non aveva riscontrato segni particolari o possibili lesioni sul corpo. Ragione per la quale i militari avevano ipotizzato che si fosse trattato di un decesso per cause naturali, forse provocato da un malore. Una tesi che ora sembra però essere messa in forte dubbio da uno dei figli della vittima, Romeo, titolare di un’impresa edile in Svizzera, che è arrivato ad Albenga e ha subito chiesto che venisse eseguito l’esame autoptico sul padre.

Visto che i funerali, che si sarebbero dovuti celebrare ieri pomeriggio all’ospedale Santa Maria di Misericordia sono stati rinviati a data da destinarsi, è facile ipotizzare che il pm abbia dato il via libera all’autopsia che dovrebbe essere eseguita nei prossimi giorni. Secondo indiscrezioni sembra che il figlio di Petre Neagu abbia il sospetto che il genitore si stato vittima di un’aggressione, forse un tentativo di rapina.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da sandro s

    Meglio un rumeno di unItaliano.

  2. Scritto da mariolino

    ma che razza di figlio è costui, titolare di un’impresa edile in svizzera lasciava suo padre a vivere da solo in una roulotte e chiedere l’elemosina davanti al supermercato Crai per moltissimo tempo. Era una persona gentile ed educata e molto servizievole specialmente verso gli anziani che davano poi molto volentieri qualche monetina. Non credo assolutamente ad una rapina, non so proprio cosa potessero rapinare a quel povero diavolo…

  3. Giudice
    Scritto da Giudice

    Con tutto il rispetto che una notizia del genere richiede , voglio aggiunegre che da italiano e contribuente, stando a quanto sino ad ora accertato da FF.PP. e medici legali intervenuti, si debbe ritenere il decesso “naturale”.
    Se il figlio ritiene che non lo sia stato e richiede di effettuare l’autopsia, se ne sobbarchi le spese.
    Se la verità fosse diversa da quanto sin’ora appurato, potranno essergli rifuse. In caso contrario ….. dovrà credere alla autorità italiane.