Albenga, intervista immaginaria al partigiano Felice Cascione

Felice Cascione partigiano

Albenga. Domani alle 17,30 il vicepresidente di “Fischia il Vento” Paolo Tabita e il consulente storico Romano Strizioli incontreranno, nella sala del neo-costituito Centro Giovani situato vicino alla Croce Bianca sul lungo fiume, un gruppo di ragazzi di Albenga.

L’iniziativa si intitola: “Intervista immaginaria al partigiano Felice Cascione”. Il rappresentante della associazione nata nel 1998 per portare avanti gli ideali del partigiano imperiese artefice della prima brigata partigiana del Nord Italia, morto a 25 anni per aver detto no all’uccisione di due fascisti e animato dai valori di uguaglianza e di libertà che hanno poi portato alla democrazia ed alla Repubblica dove oggi noi siamo, si calerà nei suoi panni. I ragazzi potranno fare, all’immaginario Felice Cascione, tutte le domande che ritengono più opportune anche quelle irriverenti.

Afferma Francdesco De Andreis, presidente di “Fischia il Vento”: “Ci è da subito sembrata una valida iniziativa perchè è un modo colloquiale e non cattedratico di avvicinarsi ai giovani e fare scoprire loro il mondo della Resistenza partigiana in modo da tramandare loro i suoi valori”. L’intervista durerà circa un’ora e sarà preceduta da una introduzione di Paolo Tabita sulla nascita e le caratteristiche del sodalizio antifascista.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.