Rugby, il Cus Savona difende il campo di casa contro lo Spezia primo in classifica - IVG.it
Sport

Rugby, il Cus Savona difende il campo di casa contro lo Spezia primo in classifica

407546 10150817496929937 194901549936 12545117 32448044 n

Savona. Riprende dopo il lungo stop il campionato di rugby di serie C territoriale per il Cus Savona che, a causa del maltempo, è stato costretto a rimandare le prime due giornate del girone di ritorno.

La terza giornata del girone vede impegnata alla Fontanassa la formazione savonese contro lo Spezia, attualmente capolista, per un match storicamente molto combattuto.

Non sarà questo l’anno del cambiamento, infatti la partita è segnata in maniera importante dalle decisioni prese dal direttore di gara, che a fine partita ammonteranno ad un cartellino rosso, un doppio giallo e quattro cartellini gialli.

La formazione di casa prende le redini della partita già da subito e contrasta il gioco organizzato ed incisivo degli avversari mantenendo ordine e sangue freddo. Dopo alcune fasi di attacco per entrambe le formazioni, è il Savona ad aprire le marcature al 7° con R. Ermellino che con una giocata veloce su un calcio di punizione sorprende la difesa spezzina. Nell’occasione il pilone dello Spezia viene sanzionato dall?’arbitro con un cartellino giallo.

Il Savona, forte della temporanea superiorità numerica, si riporta in attacco e all’11° una splendida volata sulla fascia di L. Ermellino consente a B. Ademi di andare in meta, con successiva trasformazione di A. Costantino.

Nonostante la superiorità numerica, però, il gioco degli ospiti non permette ai savonesi di allungare ulteriormente: la difesa spezzina è ottima e il gioco mantiene comunque un ritmo elevato. Addirittura è lo Spezia a sfiorare la meta, con un salvataggio in touche all’ultimo metro della difesa savonese.

Al 25° l’episodio che condizionerà tutta la partita: in un punto d’incontro molto combattuto ha la peggio il flanker savonese che, dopo una scorrettezza di gioco, riceve un colpo dal pilone spezzino: entrambi ricevono il cartellino giallo, ma per il giocatore ospite è il secondo e quindi per lui la partita finisce qui. In seguito, per le accese proteste del mediano del Db Group, l’arbitro è costretto ad estrarre nuovamente il cartellino rosso, lasciando così lo Spezia in tredici e il Savona temporaneamente in quattordici.

Con la mischia così ridotta, il Savona riesce per un po’ ad imporre il proprio gioco e con una punizione di Costantino al 30° e la meta di A. Immovilli al 36° sembra aver chiuso il primo tempo. Invece la reazione dello Spezia è immediata e con un forcing ripetuto riesce a trovare un varco nella difesa savonese ed a marcare la meta, accorciando così le distanze proprio allo scadere della prima frazione.

Nella ripresa è subito il Savona a riportarsi in avanti: bastano due minuti alla squadra di casa per marcare la quarta meta con F. Tripodi, con trasformazione di Costantino.

La vittoria sembra ormai cosa fatta, ma lo Spezia, squadra tenace e motivata ancor più dalle due espulsioni subite, con cuore ed orgoglio prende le redini della partita e per buona parte del tempo costringe il Savona a difendere, andando a marcare anche una meta al 14° con una maul.

Il team di casa è momentaneamente assente e la continua difesa che comporta anche diversi falli al 21° costringe il direttore di gara a sanzionare il numero 8 savonese con un cartellino giallo per fallo ripetuto. Lo Spezia ne approfitta e con un ottimo sfondamento del pilone marca nuovamente una meta al 25°, trasformata.

Ma le energie sono finite per entrambe le formazioni e i varchi difensivi sono grandi in entrambe le retroguardie. Con una bella giocata alla mano dei trequarti è di nuovo il Savona ad andare in meta di nuovo con Immovilli, che al 32° chiude le marcature. C’è ancora tempo per un cartellino giallo, per il numero 8 spezzino, ma la partita è praticamente finita e si chiude senza altre emozioni con il risultato di 32 a 17 a favore del Savona.

Ottime le prestazioni di E. Luvarà, A. Bledar, A. Immovilli e dell’esordiente F. Mozzone. Una buona giornata per la formazione savonese, che accorcia il divario con la testa della classifica e ora ha ancora sei partite per poter sognare la scalata.

I risultati della 10° giornata:
Eco Eridania Cogoleto – Acqui Terme 12 – 8
Gruppo P&F Amatori Genova – Le Tre Rose Casale 13 – 24
Tigullio Rugby Rapallo – Imperia 10 – 36
Cus Savona – Db Group La Spezia 32 – 17

La classifica, in attesa dei sei incontri da recuperare:
1° Db Group La Spezia 30
2° Acqui Terme 28
3° Eco Eridania Cogoleto 26
4° Imperia 26
5° Cus Savona 19
6° Le Tre Rose Casale 15
7° ruppo P&F Amatori Genova 5
8° Tigullio Rugby Rapallo 3

Domenica è in programma il recupero della seconda giornata con la partita tra Cogoleto e Cus Savona, in programma presso il campo dei gialloblu

Per quanto riguarda le squadre giovanili del Cus Savona, bene l’Under 16 che sul campo di casa affronta e sconfigge il Novi per 84 a 8; da sottolineare le prestazioni di Magnone, Di Tullio e Ghigliazza. Giornata positiva anche per l’Under 14 che, sempre sul campo di casa, sconfigge l’Imperia per 57 a 0; in evidenza Chizzola, Nani e Guida.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.