Sport

Pallanuoto, serie A1: il Savona vince nella vasca del Posillipo, tra otto giorni sarà sfida europea

RariVsNervi-23

Savona. Posillipo contro Savona, anticipo della 18° giornata di serie A1 ma soprattutto anticipo della semifinale di Len Euro Cup, la cui gara di andata è in programma tra otto giorni a Savona.

Questa sera napoletani e biancorossi si sono affrontati in Campania per i 3 punti nel massimo campionato ma, inevitabilmente, hanno giocato un po’ a carte coperte, per non svelare completamente il proprio volto attuale agli avversari.

I padroni di casa hanno fatto loro la prima metà di gara, poi hanno prevalso i maggiori stimoli del Savona che si gioca un piazzamento tra le prime quattro, mentre i rossoverdi sono ormai certi del quinto posto.

Ci vogliono ben 4’48” perché il punteggio si sblocchi, grazie al goal di Saccoia in superiorità. Trascorrono 51″ e Minguell ha la possibilità del raddoppio ma su rigore colpisce il palo. A 40″ dalla fine del tempo pareggia Alesiani; immediato il nuovo vantaggio locale siglato da Bertoli.

Il secondo tempo si apre con il goal di Calcaterra, poi è Rizzo ad andare a segno prima su rigore e quindi a uomini pari per il 3 a 3. A 3’56” da metà gara Baraldi riporta avanti i suoi. Minguell spinge il Posillipo sul nuovo + 2. Damonte dimezza lo svantaggio savonese, però a 37″ da metà gara Mattiello infila in rete il 6 a 4.

Nella seconda parte dell’incontro la Carisa ha un altro volto. Dopo 54″ va in goal Mistrangelo, imitato 44″ dopo da Aicardi. A 4’57” dalla fine del terzo tempo Buonocore insacca quello che sarà l’ultimo vantaggio rossoverde. Rizzo e Petrovic finalizzano in rete due azioni con l’uomo in più; a 1’27” dall’ultimo intervallo Baraldi segna l’8 a 8.

Nel frattempo è uscito Lorenzo Bianco per raggiunto limite di falli e nel quarto tempo lo imiteranno Buonocore e Petrovic. Le due perdite non piegano il Savona che nei primi 2′ e 8″ della quarta frazione piazza l’uno-due decisivo, firmato da Janovic e Rizzo. Il Posillipo prova a reagire e va in goal con Minguell, cui replica prontamente Mistrangelo. A 2’58” dalla fine è ancora Minguell, ancora con l’uomo in più (alla fine sono 9 reti su 14 occasioni in superiorità per i napoletani), a tenere in vita le speranze dei padroni di casa. Le spegne definitivamente Fiorentini che, a 58″ dalla sirena, porta al 50% (4 su 8) la percentuale in superiorità del Savona e, soprattutto, fissa il risultato su 10 – 12.

“Sono molto contento – commenta l’allenatore Andrea Pisano – perché ho tenuto fermo Alberto Angelini che sta recuperando da un infortunio, ma hanno giocato di più i giovani che hanno fatto bene. Devo dire che tutti i giocatori hanno sentito la partita ed hanno voluto vincerla”.

Il tabellino:
C.N. Posillipo – Carisa Savona 10 – 12
(Parziali: 2 – 1, 4 – 3, 2 – 4, 2 – 4)
C.N. Posillipo: Antonino, Perez, Paskovic, Buonocore 1, Mattiello 1, Bertoli 1, Renzuto Iodice, Gallo, Minguell 3, Calcaterra 1, Baraldi 2, Saccoia 1, Negri. All. Carlo Silipo.
Carisa Savona: Volarevic, Alesiani 1, Damonte 1, Petrovic 1, L. Bianco, Rizzo 4, Janovic 1, Angelini, G. Bianco, Mistrangelo 2, Aicardi 1, Fiorentini 1, Zerilli. All. Andrea Pisano.
Arbitri: Mario Bianchi e Attilio Paoletti (Roma). Delegato Fin: Rotunno (Napoli).

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.