Sport

Pallanuoto, la Carisa Savona si rituffa nel campionato e incassa una delusione: Brescia vince 9 a 7

RariVsBrescia 0006

Savona. Rituffarsi nel campionato, dopo la lunga pausa dedicata al collegiale della nazionale e ai campionati europei, non è facile. In particolare se recentemente non hai avuto la possibilità di allenarti a pieni ranghi e alcuni tuoi giocatori sono appena rientrati alla base.

La Carisa Savona ha pagato queste difficoltà ed è tornata sconfitta dalla trasferta di Brescia. La partita, valida per la 16° giornata, è finita 9 – 7 per i lombardi che così in classifica si sono portati ad un solo punto dai biancorossi.

Ancora una volta, la squadra allenata da Andrea Pisano ha cominciato bene l’incontro, per poi cedere sulla distanza. Per i primi 18 minuti di gioco la Carisa è stata in vantaggio, o al limite in parità, ma nella seconda metà di gara ha segnato solamente una rete e ha lasciato via libera ai locali.

Apre le marcature Fulcheris dopo 2’42; gli risponde Elez con l’uomo in più. Mistrangelo sfrutta a sua volta un’azione di superiorità numerica e lo stesso riesce a Loncar.

La seconda frazione di gioco si apre con due centri di Janovic, a distanza di 39″ uno dall’altro, entrambi a uomini pari. Elez accorcia e, a 3’51” dall’intervallo, Presciutti pareggia. Il secondo quarto è vivace: Janovic e Rizzo riportano il Savona sul doppio vantaggio, poi è Loncar a realizzare due reti a uomini pari nel giro di 34″. A 5″ da metà gara Rizzo colpisce il palo su rigore e il punteggio resta sul 6 a 6.

Dopo 2′ del terzo tempo Presciutti finalizza in rete un’azione con l’uomo in più. La replica, 18″ dopo, è di Rizzo. Tocca a Elez, dopo 3’33” di gioco, a siglare il secondo vantaggio bresciano dell’incontro, quello dell’8 – 7. Si rivelerà decisivo. Infatti, per 11 minuti e 35 secondi le porte difese da Del Lungo e Volarevic restano inviolate. Anzi, quella del portiere di casa non viene più infilata, mentre la Carisa subisce il goal del ko a 52″ dal termine.

Sul piano statistico, da segnalare le basse percentuali di realizzazione con l’uomo in più: 4 su 13 per il Brescia e 2 su 11 più un rigore fallito per il Savona. Unico espulso per raggiunto limite di falli è stato Fiorentini nel terzo tempo.

Il tabellino:
A.N. Brescia – Carisa Rari Nantes Savona 9 – 7
(Parziali: 2 – 2, 4 – 4, 2 – 1, 1 – 0)
A.N. Brescia: Del Lungo, Miotto, Presciutti 3, Legrenzi, Loncar 3, Calcaterra, Mammarella, Nora, Binchi, Elez 3, Giorgi, Gitto, Dian. All. Alessandro Bovo.
Carisa Rari Nantes Savona: Volarevic, Alesiani, Damonte, Petrovic, L. Fulcheris 1, Rizzo 2, Janovic 3, Angelini, G. Bianco, Mistrangelo 1, Aicardi, Fiorentini, L. Bianco. All. Andrea Pisano.
Arbitri: Attilio Paoletti (Roma) e Antonio Pascucci (Napoli). Delegato Fin: Cernuschi.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.