Cronaca

Loano, ventenne scomparso dopo nottata in discoteca: trovato il corpo senza vita

Loano. E’ stato trovato intorno alle 17,30 il corpo senza vita di Nicolò Delladio, il ventenne che ieri a notte inoltrata era scomparso dopo aver trascorso qualche ora al Bfly, la discoteca sul litoraneo tra Pietra Ligure e Loano. Il cadavere è stato rinvenuto sulla banchina in prossimità di alcune barche, nello specchio d’acqua tra il locale e l’area portuale. Secondo quanto appreso sarebbe stato un incidente, una fatalità a provocarne la morte.

Del giovane, di Calice Ligure, si erano perse totalmente le tracce. I genitori, allarmati, avevano allertato i soccorsi e la macchina delle ricerche si era attivata dalle 4 sino a questo pomeriggio, con l’azione dei sommozzatori dei carabinieri e dei vigili del fuoco e, dall’alto, l’ausilio di un elicottero.

Le temperature molto rigide, il vento di burrasca e il buio potrebbero essere stati fatali: dall’esame autoptico si capiranno le esatte cause del decesso. Il corpo privo di vita del 20enne è stato esaminato dal medico legale, la morte sarebbe sopraggiunta per annegamento. La salma resta a disposizione dell’autorità giudiziaria in attesa dei riscontri dell’autopsia.

“Un bravo ragazzo, uno di quelli che si spaccano la schiena per lavorare” lo ricorda un amico, arrivato sul posto. E’ stato studente dell’istituto Migliorini e poi ha lavorato come cameriere all’hotel Punta Est di Finale. Nicolò si era recato in discoteca con alcuni amici, una sera delle tante, che però si è rivelata fatale.

Le telecamere di sorveglianza del Bfly lo hanno ripreso mentre nelle ore piccole usciva e rientrava nel locale, diverse volte. Al momento di ritornare a casa, gli amici si sono chiesti dove fosse finito, pensandolo sino a quel momento in pista a ballare o in bagno. Con il passare prolungato del tempo è cresciuta l’apprensione, divenuta panico per i genitori del ventenne, avvisati della scomparsa.

Figlio di un forestale in pensione e di un’addetta ai servizi di ristorazione, Nicolò lascia anche un fratello minore. Sulla pagina Facebook del ragazzo gli amici hanno chiesto informazioni e cercato aiuto per agevolare le ricerche.

Le forze dell’ordine non hanno divulgato le generalità del 20enne nel momento delle ricerche. Immediatamente attivi i vigili del fuoco nelle operazioni per rintracciare il giovane. Il cadavere è stato ritrovato nel tardo pomeriggio. Il ragazzo potrebbe essere inciampato, complice il buio, o aver perso conoscenza durante una passeggiata post-discoteca cadendo in acqua. Si dovranno effettuare anche gli esami per accertare il tasso alcolemico, non si esclude che il 20enne possa aver bevuto qualche drink di troppo, favorendo così il suo status confusionale.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.