Economia

L’Ente Scuola Edile di Savona presenta il Piano di Settore: corsi di aggiornamento per gli addetti ai lavori

ente scuola edile savona

Savona. L’Ente Scuola Edile della provincia di Savona ha realizzato, attraverso il finanziamento pubblico promosso dalla Provincia di Savona, un Piano di fattibilità di settore per fare emergere, sia le criticità esistenti nel “sistema edile”, sia i bisogni di aggiornamento professionale degli operatori, individuando percorsi di formazione finalizzati al rafforzamento delle competenze degli addetti e a possibili ed auspicabili nuovi inserimenti occupazionali, anche attraverso la promozione della sicurezza e salute sul lavoro.

Il Piano è stato sviluppato con una progettazione partecipata ed un coinvolgimento delle Parti Sociali del settore edile provinciale (Sezione Edili dell’Unione Industriali della Provincia di Savona, Confartigianato Savona, CNA Savona, Sillea (Cgil) Filca (Cisl) Feneal(Uil).

Con questo piano si vuole favorire la diffusione, tra le imprese e tra i lavoratori, di una “strategia di impresa innovativa” mirata a posizionare l’azienda su segmenti di mercato emergenti e di importanza crescente, al fine di orientare le risorse e le competenze verso produzioni capaci di consolidare e/o sviluppare la loro competitività. L’obiettivo principale è quello di formare figure professionali di livello elevato e qualificato puntando su fattori come la qualità, la sicurezza, l’innovazione di prodotto, l’ampliamento e la diversificazione delle modalità di approccio ai mercati, perseguendo al contempo anche obiettivi che si sintetizzano nella volontà di conseguire una maggiore efficienza produttiva, necessaria a “industrializzare” (sul versante produttivo e commerciale) la crescita del settore edile nel contesto provinciale e settoriale di riferimento.

Il Piano è stato approvato dalla Provincia di Savona ed entra nella sua fase realizzativa attraverso la promozione ed erogazione dei seguenti corsi: Gru su mezzo; addetti Pale cingolate; lavoratori e preposti addetti al montaggio, smontaggio e trasformazione di ponteggi; addetti ai sistemi di accesso e posizionamento mediate funi specifico per l’accesso e il lavoro in sospensione in siti naturali o artificiali; controlli e verifiche sui mezzi di sollevamento presenti in cantiere; utilizzo dispositivi anticaduta 1° livello; utilizzo dispositivi anticaduta 2° livello; conduzione e manovre delle macchine per il movimento terra; posa linee vita. Al piano hanno già aderito 25 aziende, per un totale di circa 223 lavoratori.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.