IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ceriale, area T1 invasa dal degrado: il cantiere fantasma perde i pezzi foto

Ceriale. Una fogna a cielo aperto: dopo l’ondata di maltempo, tra vento, pioggia e neve, che si è abbattuta sulla riviera, il cantiere dell’area T1 sotto sequestro ha visto aggravarsi lo stato di degrado che si protrae da tempo. Allagamenti, blocchi di cemento abbattuti contro le impalcature, intonaci distrutti, travi pericolanti, stendardi strappati. Lo scenario nella zona tra la via Aurelia e via Orti del Largo è desolante e non si prevedono sblocchi a breve termine.

Il Tribunale del Riesame aveva rigettato la richiesta di dissequestro avanzata dai legali dell’imprenditore, così anche la Suprema Corte. Il perimetro del cantiere di circa 15 mila metri quadri rimane sotto sigilli, scattati quando un’inchiesta della Procura di Savona si era concentrata sulla leggittimità complessiva della concessione edilizia rilascita per le nuove costruzioni, ipotizzando i reati di lottizzazione abusiva e falso in atti documentali.

Da qui era partito l’effetto domino che ha travolto l’intera galassia imprenditoriale Nucera, con il crac di Geo Costruzioni, la Geo Sviluppo Immobiliare, Geo Holding e Geo Srl, quest’ultima appunto dietro all’insediamento della T1, conosciuto come “Brezza di Mare”, che prevedeva una serie di palazzine, residence e alberghi. Ultima in ordine di tempo ad essere dichiarata fallita è stata la Regilco, partecipata della Geo Srl.

Dal sequestro dell’area T1 di Ceriale in poi, sono crollate le colonne dell’ex colosso imprenditoriale albenganese. Una voragine milionaria che ha visto l’arresto del braccio destro di Nucera e la fuga dello stesso “re del mattone”, secondo le ipotesi più accreditate ad Abu Dhabi, sul quale pende un mandato di cattura internazionale.

Ora nel perimetro del cantiere (privo di segnalazioni visibili di area sotto sequestro) lasciato all’incuria stagna l’acqua e cadono i pezzi e lo status dell’area, anche in vista della prossima ondata di maltempo con forti venti, potrebbe diventare ancora peggiore di quello attuale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. fimbulvetr
    Scritto da fimbulvetr

    @santillan la delibera famosa è del 1492. Veramente per la T1 è il risultato del sequestro cui le aree sono sottoposte. Introdursi all’interno di una area sottoposta a squestro giudiziario credo sia un reato, chi dovrebbe farlo, secondo lei?
    Che vada tutto bene io non l’ho mai sostenuto. Il problema è che l’alternativa mi sembra anche peggio.
    Fra un anno ci sono le elezioni, se vuole le darò fiducia. Se eletto dovrà dimostrare capacità, imparzialità e visione strategica, capacità legali e commerciali.
    Ha un anno circa, per prepararsi, ma lo faccia, altrimenti si rivolgerà anche lei a consulenti esterni a carico dei cittadini, alimentando di fatto il gorgo della spesa pubblica.
    Magari con gli stessi risultati di chi oggi è al governo locale, anche se io credo sarebbero eggiori ma è mio personale parere.
    Sulle colpe degli enti centrali credo sia difficile non concordare.
    Hanno regalato il porto nel porto a Colaninno togliendolo ad altri paesi (Spotorno e Albenga) e adesso lui gli sta facendo una leva!!!!!! Mi sembra che pur cambiando colore amministrativo, il problema sia lo stesso.

  2. Santillan
    Scritto da Santillan

    ora aspetto con ansia i commenti di qualcuno che dice.. che è come l’area dei cantieri a Pietra, o che è tutta colpa di quella delibera del consiglio comunale del 1592.. e che tutto ok, tutto va bene a Ceriale. Oppure come al solito a Ceriale.. silenzio… ah no tra un po’ arriva l’approdo turistico.. tra un pò di secoli.. intendo.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.