Altre news

I Comuni del Giovo attaccano la Provincia, il sindaco di Pontinvrea: “Presenteremo un esposto sulla gestione degli appalti neve”

Il Lago di Osiglia sommerso da oltre 80 cm di neve

Pontinvrea. “Questo territorio è stato totalmente abbandonato, tutto ciò è inaccettabile per tutto l’entroterra colpito dalla nevicata dei giorni scorsi”. A dirlo è il primo cittadino di Pontinvrea, Matteo Camiciottoli puntando il dito contro la gestione di emergenza neve che sarebbe stata gestita dall’ente provinciale con molto ritardo e in maniera disorganizzata.

Ad essere stati tra i più colpiti dal brusco calo delle temperature di questi giorni sono stati soprattutto i Comuni del Giovo, Stella, Sassello, Urbe, Pontinvrea, Mioglia e Giusvalla che hanno visto per primi comparire la neve e avvertito i primi disagi.

“L’emergenza neve – prosegue il sindaco di Pontinvrea -non è stata gestita bene, ieri fino all’una di notte non si è visto sulla SP 542 un mezzo spargisale o un cantoniere della Provincia. Dopo aver effettuato un sopralluogo nel tratto bivio Mioglia S.P. 334 e aver riscontrato che il fondo si presentava fortemente ghiacciato con presenza di spessi strati di neve/ghiaccio non rimossi, questa mattina tramite un’ordinanza ho disposto la chiusura del transito veicolare della strada”.

Si legge nell’ordinanza: “verificato che nonostante i ripetuti solleciti l’amministrazione provinciale non ha espletato quanto di sua competenza per garantire il sicuro transito sulla strada in questione si è ritenuto di chiudere il tratto stradale tenuto conto della situazione pericolosa per l’incolumità pubblica”.

“L’ordinanza è servita a smuovere delle coscienze che stavano riposando – prosegue Camiciottoli -e infatti dopo aver inviato all’ente provinciale la richiesta di provvedere  immediatamente alla rimozione degli strati di ghiaccio e neve e allo spargimento di sale sul tratto stradale, finalmente i mezzi della Provincia sono arrivati “.

“Sono stato costretto ad emanare questa ordinanza in quanto il tratto di strada in questione si presentava non facilmente percorribile dai veicoli ed altresì dai pedoni poiché erano presenti tratti ancora innevati e ghiacciati visto che chi di dovere non aveva provveduto a spargere il sale antighiaccio a sufficienza ed a rimuovere in modo adeguato la neve. Tutto ciò è inaccettabile per tutto l’entroterra colpito dalla nevicata dei giorni scorsi” ha riferito il sindaco Camiciottoli che annuncia che presto insieme ai Comuni del Giovo una volta passata l’emergenza neve, presenterà un esposto al Prefetto per capire in che modo sono stati gestiti dall’ente provinciale gli appalti neve e la pulizia delle strade.

 

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.