Costa Concordia, Adiconsum: “Parte civile se non ci sarà tavolo di conciliazione”

Savona. L’associazione dei consumatori Adiconsum si costituirà parte civile nel procedimento penale a carico dei responsabili della Costa Concordia, in caso di mancata apertura e convocazione ad un tavolo fra associazioni consumatori e associazioni di categoria dei tour operator e delle agenzie di viaggio.

“L’apertura del tavolo – spiega Pietro Giordano, segretario generale Adiconsum – si rende necessaria per concordare le procedure di conciliazione nei contenziosi fra le imprese dei tour operator e delle agenzie di viaggio, per garantire la tutela dei diritti dei naufraghi e dei passeggeri coinvolti nel tragico evento”. Adiconsum dichiara fin da ora la propria disponibilità ad avviare incontri con le associazioni di categoria Astoi e Fiavet sul tema della conciliazione.