Cronaca

Caso Aicardi, Andreis: “Sminuire e giustificare è assolutamente inappropriato, contrattaccare è peggio”

andreis pd albenga

[thumb:62128:l]Albenga. “Pensavo che il Sindaco facesse più il Sindaco e non l’equilibrista cercando di difendere a tutti i costi il consigliere di maggioranza per scongiurare il rischio di perdere ancora un pezzo e finire sotto scacco. Uno spettacolo che svilisce il ruolo che rappresenta”. E’ questa la replica del segretario albenganese del Pd Alessandro Andreis alle parole di solidarietà nei confronti del consigliere Aicardi.

La polemica sulla “battuta” contro gli immigrati stranieri postata su Facebook, a commento di un articolo di IVG.it condiviso da un utente sul social network, dal consigliere del Carroccio Aicardi è insomma tutt’altro che chiusa. “Sminuire la cosa è gravissimo e superficiale – prosegue Andreis -, ancora peggio dello stesso atto compiuto dal consigliere, che ha le attenuanti di un gesto non ponderato. Ricordiamoci che In questa nazione c’è chi prende la pistola come qualche giorno fa a Firenze e decide di fare il tiro a segno con teste di ragazzi Senegalesi, quindi meglio essere netti in certe situazioni”.

“Comprendere l’errore del consigliere Aicardi è naturale, sminuire e giustificare assolutamente inappropriato. Sminuire e contrattaccare, come fatto dal consigliere Savoré ancora peggio; un film già visto di epoca berlusconiana! Il buon senso consiglierebbe, invece,di condannare in maniera esemplare il fatto capitato e di cercare almeno una via di uscita con un gesto serio e simbolico da parte di questi amministratori a riparazione degli scivoloni commessi; questo per il buon nome di Albenga e nel rispetto di tutte quelle persone che si adoperano per superare le tensioni razziali, gli egoismi e le ingiustizie che ieri come oggi vengono ancora commesse” aggiunge il segretario del Pd cittadino.

“Il fallimento della ricetta ‘guarnieri’ sulla sicurezza ad Albenga crea frustrazioni fra chi l’ha sostenuta ed oggi si trova deluso; ma mai si potrà giustificare un imbarbarimento tale dei toni. Aspetto fiducioso un segnale, un gesto di civiltà che metta da parte la polemica fra gli schieramenti, e che faccia comprendere che per certi valori come quello dell’uguaglianza, siamo tutti dalla stessa parte, senza se e senza ma” conclude Andreis.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.