Economia

Bombardier, i sindacati: “Bene per i soldi in arrivo dal governo ma mancano garanzie occupazionali”

Vado Ligure - stabilimento Bombardier

Vado. L’assessore regionale ai trasporti Enrico Vesco ha confermato che lo stanziamento del governo sul trasporto pubblico locale è tornato a un miliardo e 750 milioni di euro, quindi l’origine del problema che faceva sì che Trenitalia tagliasse le commesse in atto, penalizzando la Bombardier di Vado, cessa di esistere.

“Sappiamo che Vesco ha scritto a Trenitalia proprio perché formalizzi il fatto che questo ostacolo non esiste più. Noi abbiamo chiesto urgentemente un incontro all’azienda perchè questa vicenda ha ritardato la gara sui treni per il trasporto regionale” riferiscono i sindacati.

“Il problema è che nel 2012 finirà la produzione dell’E464 e non c’è ancora un prodotto che garantisca la continuità produttiva. Insomma, temiamo per l’occupazione, quindi chiediamo alla proprietà cosa intenda fare a livello di nuovi incarichi di lavoro. Sollecitiamo anche le istituzioni affinché chiedano a Trenitalia di riprendere la gara sui treni per il trasporto regionale perchè è ancora sospesa mentre doveva essere chiusa a fine 2011. Quindi bene per i soldi in arrivo dal governo ma, primi mesi del 2012 a parte, non abbiamo garanzie occupazionali” concludono i sindacati.

Nel frattempo è fissato per giovedì 19 gennaio un incontro in Regione per fare il punto della situzione con l’azienda.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.