Decreto “Salva Italia”, soppressione Inpdap: l’ufficio di Savona proclama lo stato di agitazione

inpdap

Savona. I dipendenti dell’ufficio di Savona si sono riuniti stamane in assemblea con i sindacati per discutere sulla situazione drammatica venutasi a creare in seguito alla soppressione dell’Inpdp di cui al decreto “Salva Italia” ed in particolare modo sul passaggio garantito nei ruoli Inps di tutto il personale dell’Inpdap già di ruolo e chiarezza sull’erogazione delle future prestazioni ad iscritti e pensionati, con garanzia della continuità dei servizi.

“In conclusione i dipendenti dell’Ufficio di Savona pur riconoscendo la necessità di una riorganizzazione degli enti previdenziali, che passi attraverso la contrattazione, che garantisca la pari dignità, la piena occupazione a tutti i dipendenti e che punti al miglioramento dei servizi proclamano lo stato di agitazione del personale che verrà attuato mediante assemblee anche durante le ore di apertura al pubblico, nel pieno rispetto delle norme di salvaguardia per l’utenza, allo scopo di informare l’opinione pubblica della soppressione dell’Inpdap e delle gravi conseguenze che ciò potrebbe comportare per tutto il personale coinvolto e sui servizi rivolti agli stessi iscritti e pensionati” si legge in una nota dei dipendenti savonesi.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.