Altre news

Sanità Albenga, Andreis (Pd): “Stufo di ricette improvvisate ed inutili”

andreis pd albenga

Albenga. “In questi mesi, nel nostro comprensorio, è proseguito il solito sterile battibecco sulla Sanità e sui tagli alla Asl 2. Non si è risparmiata la passerella di politici più attenti ad annunciare soluzioni più per compiacenza verso l’opinione pubblica, che per ricercare un vero risultato utile alla comunità. Sono convinto che la nostra sanità merita un disegno organico e significativo di riorganizzazione che non coinvolga solamente i ‘muri’ degli ospedali, uscendo dalla logica del ‘dove’, promuovendo quella del ‘come’ vengano erogati i servizi”. E’ questo il parere del segretario del Pd di Albenga Alessandro Andreis che entre nel merito delle polemiche degli ultimi tempi sulla gestione della sanità.

“Ricordo a tutti gli albenganesi che ci sono reparti (e non dico quali per imparzialità) che lavoravano egregiamente nel ‘vecchio’ ospedale e che anche oggi sono esempio di buona sanità anche nel nuovo ‘contenitore’; questo per dire che abbiamo bisogno di una sanità di persone competenti e non di persone compiacenti. Con questo atteggiamento costruttivo e propositivo ci siamo resi disponibili ad affrontare il nodo della questione, senza pregiudizi o campanilismi ma con la fiducia di ricevere proposte che la smettessero di mantenere in precario equilibrio un sistema ‘vecchio’. Mi domando quanto possiamo reggere ancora un sistema ‘malato’ in questo modo, decisamente condannato ad ulteriori tagli vista la tragica situazione economica nazionale; fino a quando potremo fare sempre operazioni timorose, per nulla risolutive, improntate esclusivamente su tagli progressivi che colpiscono sempre gli stessi territori; questa è una logica a spirale discendente per cui fra poco, qui a ponente, non avremo più nulla da difendere” prosegue Andreis.

“Chi ha la responsabilità politica di decidere su questi argomenti dovrebbe avere la forza di sottoporci una scelta vera, forse dolorosa, oggettivamente praticabile; su quella mi piacerebbe finalmente confrontarmi con i cittadini, senza pregiudizi personali od ideologici, valutarla e nel caso sostenerla, con l’attenzione che un argomento di questo genere merita. Gli albenganesi sono gente seria, e se una buona proposta la spieghi, la sostieni e la verifichi, sarebbero sicuramente più contenti e consapevoli. Sono personalmente stufo di ricette improvvisate ed inutili su questa materia, ed ho evitato di portare il PD albenganese nel fango delle solite discussioni da bar, mostrando una volontà ferma di confrontarci con i vertici Regionali e recepire proposte serie; se queste tardano ad arrivare, per motivi che non mi è dato conoscere, credo sia serio dire che non ci resta che posizionarci in una logica ‘difensiva’ di ciò che oggi c’è” aggiunge il segretario del Pd.

“Devo dire però, a titolo personale, che non condivido questa logica, invece preferita da molti; in questo modo rischiamo di non potenziare ciò che realmente serve e invece difendere, forse, qualcosa di cui si potrebbe fare a meno; ma se questi sono i ruoli che vengono lasciati alla politica locale, cioè quello di salire sulle barricate ogni qualvolta ci sia qualcosa che non ci convince senza poi irrimediabilmente non ottenere nulla, resto davvero perplesso. Credo che al Pd albenganese non manchi la ‘stoffa’ della protesta ; credo però che quest’epoca densa di sconfitte per chi ha fatto politica in questi anni ad Albenga, debba avere la parola fine; lo dico perché io non voglio dimostrare fedeltà ai dirigenti ed agli amministratori del mio Partito, ma fiducia, e con la stessa moneta vorrei esser ripagato” conclude Andreis.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.