IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Pallavolo femminile, serie D: con un periodico 25 a 17 il Maremola supera il Celle Varazze

Pietra Ligure. La palestra delle scuole medie Oberdan di Pietra Ligure ha visto, nella serata di ieri, Maremola e Celle Varazze dare vita ad un appassionante match infrasettimanale, valido per la 5° giornata di campionato.

Le pietresi devono fare a meno di Giulia Appendino e si schierano con Bertazzo – Giulia Salvo alla diagonale palleggio-opposto, Cavanenghi – Francesca Salvo al centro, Ottonelli e la capitano Bruzzone di banda, con la giovane Marmorato libero.

L’avvio è equilibrato, il Maremola (nella foto) sbaglia parecchio in attacco e battuta e rimane a galla grazie ad un’ispiratissima Ottonelli che si carica sulle spalle gran parte delle palle scottanti per chiudere il punto. Sul 20 – 17 un prolungato scambio vede una magia circense in difesa-rovesciata di Cavanenghi, preludio del punto che spezza l’equilibrio della frazione che si chiude 25 – 17 per le pietresi.

Nel secondo set non cambia la musica. Mister Lovesio chiede alle sue ragazze il pallonetto per scardinare la difesa avversaria e Bruzzone lo accontenta subito con la palla beffarda dell’11 – 6; è però solo un fuoco di paglia perché il Celle Varazze agguanta il pareggio sul 17 – 17 grazie ad un favoloso break in battuta di Vallarino che piega la ricezione locale. Ci vuole ancora l’intervento di Bruzzone (tirata a lucido dopo il rientro dalla maternità) per indirizzare il set. Dopo uno scambio interminabile, il muro del capitano firma il 19 – 17 che pesa come un macigno sul morale della varazzine che cedono di schianto 25 – 17.

Il terzo parziale parte in discesa per le padrone di casa, complice la battuta di un’indiavolata Giulia Salvo che porta le sue compagne avanti 7 – 1. Il coach Levratto chiama a raccolta il proprio team e la ripartenza varazzina vede una Barbin in gran spolvero siglare la veloce dell’11 – 7. Il Maremola si giova però di una lucida Bertazzo in regia che distribuisce sapientemente palloni e smarca Francesca Salvo al centro per il primo tempo del 16 – 11. La superiorità delle padrone di casa è evidente in fase di attacco e vane risultano le prodigiose difese della giovane Zucca, libero varazzino. Il turn over in casa Maremola vede l’esordio casalingo dell’esperta Sementa, preambolo del finale in loro favore, 25 – 17.

Il Maremola sale così a quota 7 e giustifica l’entusiasmo del direttore sportivo Paolo Robutti: “L’obiettivo principale rimane la permanenza nella serie anche se non nascondo che il potenziale e l’entusiasmo di questa squadra potrebbero riservare sorprese molto positive al nostro folto pubblico”.

Il prossimo impegno del Maremola sarà la trasferta dell’attesissimo derby con il Legendart Volley Team Finale Ligure, domenica 27 novembre alle ore 20.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.