Esemplare di aquila minore soccorsa a Bastia d’Albenga

aquila minore

Albenga. Dopo l’eccezionale ritrovamento di una rara aquila minore a Finale Ligure, i volontari della Protezione Animali hanno soccorso ieri un secondo esemplare ferito ad un’ala a Bastia d’Albenga.

Sono in corso gli esami veterinari per accertare le causa della lesione e definire gli interventi per recuperare l’uso dell’arto e riabilitare l’animale per la liberazione. “Anche questo soggetto era in migrazione verso l’Africa – spiegano i volontari – e il suo ritrovamento dimostra la grande importanza della provincia di Savona nelle rotte migratrici e la necessità di incrementare la protezione dei valichi montani attraverso i quali transitano milioni di uccelli”.

“Quest’anno sono quasi 1.500 gli animali selvatici feriti, nidiacei e in difficoltà soccorsi e curati dai volontari dell’Enpa, in convenzione con la Provincia di Savona, che è titolare per legge degli interventi – dicono ancora gli animalisti – Purtroppo, per il crescente numero di soggetti ricoverati, le spese vive sostenute dall’associazione superano ormai il contributo previsto da Palazzo Nervi; mentre i parchi regionali (Beigua, Bergeggi, Gallinara, Piana Crixia, Ceriale e Millesimo), che hanno il compito dei soccorsi sui rispettivi territori, continuano ad ignorare l’attività che i volontari Enpa svolgono in loro assenza”.

Più informazioni

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.