Altre news

Diga di Osiglia, riunione sui sistemi di allarme. Scarzella: “Tre sirene a Millesimo, Cengio e nei pressi del lago”

Paola Scarzella, sindaco Osiglia

Osiglia. Riunione di verifica stamane in Prefettura a Savona in merito al posizionamento dei sistemi di allarme, sia acustici che visivi, nei paesi a valle della diga di Osiglia che, in caso di esondazione, sarebbero i primi ad essere investiti dall’acqua.

All’incontro erano presenti i sindaci dei Comuni di Cengio, Millesimo e Osiglia, la Provincia di Savona, strutture del volontariato di Protezione civile e il gestore dell’impianto Tirreno Power Spa.
“Durante l’incontro abbiamo fatto il punto su dove e come collocare le sirene e le antenne sul territorio. Tre allarmi saranno posizionati rispettivamente nei Comuni di Cengio e Millesimo e sulle sponde del lago di Osiglia e altre sirene per fare da trasmissione, saranno disposte sul territorio. Tra quindici giorni ci sarà un nuovo incontro in Prefettura con la ditta di Milano che fornisce i servizi in questo settore con un preventivo che comprenda anche la manutenzione” riferisce il primo cittadino di Osiglia, Paola Scarzella.

“Dopo la firma del piano di emergenza per la messa in sicurezza della diga sul torrente Osiglietta queste riunioni rappresentano importanti passi avanti per la realizzazione di un progetto mirato alla sicurezza dei cittadini. Non nascondo però le mie preoccupazioni per quanto riguardo gli aspetti economici. Attualmente non è chiaro come verranno distributivi i costi di questa operazione e in un periodo di crisi come questo per gli enti locali, è un aspetto da non sottovalutare” conclude il sindaco.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.