Vaggi (Ata): Forno crematorio: inizio lavori nel 2012, entro l’anno il progetto esecutivo” - IVG.it

Vaggi (Ata): Forno crematorio: inizio lavori nel 2012, entro l’anno il progetto esecutivo”

sara vaggi

Savona. “Stiamo valutando insieme al Comune di Savona la modalità per realizzare un nuovo forno crematorio, ormai diventato un’emergenza poiché nell’attuale struttura non si riescono ad accogliere tutte le salme che hanno desiderio di essere cremate. L’inizio lavori è previsto per il secondo semestre 2012 ed entro l’anno sarà realizzato il progetto esecutivo” riferisce la Presidente di ATA S.p.a. Sara Vaggi

“Il forno crematorio sarà tra le priorità di Ata insieme all’ampliamento di nuovi posti auto e all’ottimizzazione di quelli già esistenti. Stiamo definendo la chiusura del bilancio 2011 per valutare le risorse disponibili nel 2012 e quando avremo delle indicazioni più precise potremo avere un pianificazione per questi progetti” ha concluso Sara Vaggi.

La scelta di ridurre in ceneri le proprie spoglie mortali nella città della torretta è aumentata dal 12% del 2000 al 37% del 2008. Secondo le statistiche, a Savona con un nuovo tempio crematorio si stima la possibilità di 1800 operazioni all’anno, fatto che si tradurrebbe, con l’attuale sistema tariffario, in un’entrata annuale di 638 mila 400 euro. Tutto questo considerando l’introito delle cremazioni per i residenti o deceduti in città (una media di 600 all’anno per 213 euro) e per i non residenti (1200 per 428 euro).

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.