Processo per morte sul lavoro alla Cartiera Verde: assolto il direttore dello stabilimento - IVG.it
Altre news

Processo per morte sul lavoro alla Cartiera Verde: assolto il direttore dello stabilimento

Savona Tribunale

Savona. Assolto per non aver commesso il fatto. Si è chiuso con questa sentenza, stamattina, il processo per la morte sul lavoro di Gianfranco Viglizzo, l’artigiano 38enne di Quiliano deceduto a seguito della caduta in una vasca di cellulosa, avvenuta il 12 ottobre 2007 presso la Cartiera Verde di Varazze. Unico imputato nel procedimento penale, per il reato di omicidio colposo, era Marco Di Nardo, 40 anni, all’epoca dei fatti direttore dello stabilimento.

Viglizzo era invece il titolare di una società che si stava occupando della manutenzione alla cartiera. Nel capo d’imputazione a Di Nardo veniva contestato di non aver informato l’artigiano dei rischi che correva e di non aver predisposto opportune misure di sicurezze in caso di caduta. Secondo l’accusa, l’imputato, difeso dagli avvocati Claudio Sciacchitano e Marco Gamba, era responsabile in quanto committente dei lavori. Una tesi contestata dalla difesa che ha sostenuto che Di Nardo non fosse il committente dei lavori. Per la tesi difensiva il committente restava l’amministratore delegato dell’azienda che aveva rilasciato una delega al’imputato nella quale gli affidava la direzione dello stabilimento. Per i legali Di Nardo si era limitato a telefonare a Viglizzo per chiedergli di venire ad eseguire i lavori, ma non gli aveva appaltato l’intervento.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.